Don Quichotte

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Don Quichotte (Don Quixote), opera lirica in cinque atti del 1910 su libretto di Henri Cain, Jacques Le Lorrain, musica di Jules Massenet. Ispirata al Don Chisciotte di Miguel de Cervantes.

Incipit[modifica]

Il giorno della Feria
Voci dalla folla: dietro al sipario
Alza! Alza! Alza!
Si alza il sipario. Una piazza in Spagna. A destra una locanda. A sinistra, la casa della bella Dulcinée. Calca, grande movimento, danze, brindisi. Acclamazioni della folla.
La folla: Alza! Alza! Olè! etc.
Viva Dulcinée, favolosa, festeggiata etc.
(Un movimento alla finestra di Dulcinée provoca un grido: «Eccola! È Dulcinée! Com'è bella!»)
Alza! Alza! Olè etc.
Pedro, Garcias, Rodriguez, Juan:
(Sotto al balcone di Dulcinée)
O bella, imperatrice del fascino,
facci l'elemosina di un sorriso,
di uno sguardo dei tuoi occhi grandi
a noi poveri mortali!
Dulcinée, incantatrice,
per un istante
trascura il nuovo amante
che ha scelto la tua fantasia,
ed appari
davanti ai tuoi sudditi.
o Dulcinée! O sovrana!
Dulcinée! Regina!
Bella regina!
Tutti: Appari!
(Danze)

[Henri Cain, Jacques Le Lorrain, Don Quichotte, Commedia Lirica in cinque, musica di Jules Massenet, Ed. Heugel e C., Rapp. Sonzogno, Milano]

Altri progetti[modifica]