Grandi magazzini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Grandi magazzini (film))

Grandi magazzini

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Grandi magazzini
Paese Italia
Anno 1986
Genere comico
Regia Castellano e Pipolo
Soggetto Castellano e Pipolo
Sceneggiatura Castellano e Pipolo
Attori

Long-version:

Grandi Magazzini, film italiano del 1986, regia di Castellano e Pipolo.

Frasi[modifica]

  • Ti spiezzo! (Corrado Minozzi)
  • Ah! Sei Simoni, io avevo capito Simoni. (Marco Salviati)
  • Se basta a te, a me m'avanza. (Marco Salviati)
  • Prenditi tutto il tempo che vuoi, puoi tornare quando quando, quando vuoi. (Umberto Anzellotti)
  • Anche Bonanni compra ai grandi magazzini. (Marco Salviati)
  • Mì padre sta qua, allora 'o vado a piglià, sa è un po' rinco, ce vede poco e ce sente meno. (Evaristo)
  • E se fa presto a dì "che ce vole a prende 'na pancerina"... (padre di Evaristo)
  • E se fa presto a dì "Ingegnier Gruber" (padre di Evaristo)
  • E se fa presto a dire "c'ha la faccia da idiota, c'ha la faccia da idiota, la la la la la" (padre di Evaristo)
  • E se fa presto a dì "Ciao" (padre di Evaristo)
  • Te possino castigatte, t'ho detto 'a coscia, che fai, sconfini? (Antonio, il modello)
  • Non è ver che sia la morte il peggior di tutti i mali, le acque oligominerali sono un male assai peggiore! (Marco Salviati)

Dialoghi[modifica]

  • Marco Salviati: Ah Simò, com'è 'sta parte? È un protagonista?
    Simoni: Eh... Be'... nella tua apparizione... L'apparizione che fai... è una apparizione da protagonista!
    Marco Salviati [mentre si comicia a frugare]: Apparizione? Ma che è? Un film de fantasmi?
    Simoni: Noo! È uno short pubblicitario. Dei Grandi Magazzini... cose...
    [Salviati continua a frugarsi]
    Simoni: Che cerchi?
    Marco Salviati
    : Se m'era rimasto un vaffanculo, così t'o davo!
  • Valsecchi: E il cane? Dov'è?
    Cliente: Ancora paura del cane? Glielo ho detto è tranquillo! L'ho fatto anche castrare!
    Valsecchi: Ma signora ma io il cane non ho mica paura che mi inculi eh... Ho paura che mi morda!
  • Signore: Allora lo sai cosa ti faccio io? Lo sai cosa ti faccio?
    Valsecchi: Mi firma la ricevuta?
    Signore: No io ti spacco la testa!
  • Evaristo [al telefono]: Papà, sono Evaristo, ho conosciuto Umberto Anzellotti il direttore del personale: è una bravissima persona!
    Padre di Evaristo: E sti cazzi?
    Helèna Anzellotti: Che ha detto?
    Evaristo: Ha detto che è commosso!
  • Esattore: Puccio dice che non vo' più aspetta'...
    Evaristo: Ma chi è sto Puccio?!?
    Esattore: Paghi o no?
    Evaristo: A me m'hanno licenziato... ma perché, quanto sarebbe?
    Esattore: So' trenta...
    Evaristo: Basta che la facciamo finita guarda. Vediamo se c'arivo... mille, dumila, e cinque so sette...
    Esattore: Ma che voi scherza'?
    Evaristo: ...
    Esattore: E allora mo sa divertimo eh...
    [rincorre Evaristo nel bagno, dove gli spezza un braccio]
    Esattore: Puccio non sarà contento...
    Evaristo [dolorante]: Fanculo te e Puccio...
    Esattore: Eh?!
    Evaristo: Salutame Puccio!
    Esattore: Ah, va bè.
  • Zambuti: Le piace il pesce?
    Valsecchi: Be', dipende !
  • Anzellotti: Le va bene un consommé ?
    Evaristo: A dir la verità preferirei una cosa più leggera. Un brodino !
  • Simoni al telefono: In Via dei frassini 12, un cappuccino e... Tu che prendi ?
    Marco Salviati: Un fernet. Liscio !
    Simoni: Un fernet ? Ma allora bevi ancora !
    Marco Salviati: Ho detto fernet ? E mè sarò sbagliato. Va bene anche un whisky, doppio !
    Simoni al telefono: Un cappuccino e un bicchiere di latte bello caldo, mi raccomando !
    Marco Salviati: Nun mè farà male a digiuno ? A prima mattina ?

Altri progetti[modifica]