Han Ryner

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Han Ryner in un disegno di Pierre Larivière

Han Ryner (1861 – 1938), pseudonimo di Jacques Élie Henri Ambroise Ner, filosofo e scrittore francese.

Incipit di La torre dei popoli[modifica]

Da quante lune questa numerosa gioventù era in cammino? Era partita in primavera, proclamandosi da sé una primavera sacra. Trascinati da buoi o da pesanti cavalli, i suoi carri dalle ruote piene avevano abbandonato il paese così come si staccano dalla riva vascelli di gioia, di canzoni e d'avventure. Barcollando e rotolando, discendevano arditamente i tuoi altipiani, o Meru, padre degli uomini. Per tutta la mattinata i vecchi avevano, secondo il costume, accompagnato l'esodo. In luogo di moltiplicare le raccomandazioni abituali, cantavano anch'essi, inebbriati dall'ebbrezza vicina.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]