Idrisi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Mappa di Idrisi per il re siciliano Ruggero (il sud è in alto)

Abū 'Abd Allāh Muhammad al-Idrīsī (أبو عبد اللّه محمد الإدريسي), detto anche Edrisi, El Edrisi, Ibn Idris, Hedrisi o al-Idrīsī (1099 ca. – 1164), geografo e viaggiatore arabo.

  • [Su Palermo] Bella e immensa città, massimo e splendido soggiorno, ornata di tante eleganze che i viaggiatori si mettono in cammino per ammirarne le bellezze di natura e di arte. (da Sollazzo per chi si diletta di girare il mondo; 1154; citato in V. Di Giovanni, Sopra alcune porte antiche di Palermo e sull'assedio del 1325 in Archivio storico siciliano, p. 25, a. VI, fasc. I-II, 1881)
  • Materah, città bella, estesa et popolata. (citato in Adele Falasca, Basilicata, Calabria CZ: appendice I Sassi di Matera, Istituto enciclopedico italiano, 2001, p. 263)
  • [ su Venosa] Città ben nota fra quelle de' Longobardi. (citato in Raffaele Licinio, Castelli medievali, Dedalo, 1994, p. 60)
  • [su Potenza] Città illustre per possanza, molto estesa e popolata, abbondante di viti e d'alberi e di campi coltivati. (citato in Michele Amari, Celestino Schiaparelli, Italia descritta nel "Libro del re Ruggero" compilato da Edrisi, Salviucci, 1883, p. 123)
  • [Sulla Sicilia] Quest’isola ha un effetto magico su tutti quelli che vi mettono piede, indipendentemente dalla religione alla quale appartengono.[1]


Altri progetti[modifica]