Linus Torvalds

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Linus Torvalds

Linus Benedict Torvalds (1969 – vivente), programmatore finlandese, creatore del kernel Linux.

Citazioni di Linus Torvalds[modifica]

  • [Legge di Linus] Stabilita una base di beta-tester e co-sviluppatori sufficientemente ampia, ogni problema verrà rapidamente definito e qualcuno troverà la soluzione adeguata. (citato in Eric S. Raymond, La cattedrale ed il bazar)
  • [Riferendosi al Kernel Linux] NON è portabile (usa il metodo 386 per lo switching tra i task etc.), e probabilmente non supporterà mai nient'altro che gli Hard disk AT, perché è tutto ciò che ho :-(. (da comp.os.minix, 25 agosto 1991, ore 23.12:08 PST)
  • Parlare è facile (lett. economico). Mostrami il codice. [Sorgente]
Talk is cheap. Show me the code. (da Lkml.org)
  • Un infinito numero di scimmie che scrive con GNU Emacs non produrrà mai un buon programma.
An infinite number of monkeys typing into GNU emacs would never make a good program. (da Linuxhq.com)

Attribuite[modifica]

  • Il software è come il sesso, è meglio quando è libero/gratuito.
    • Software is like sex: it's better when it's free.
    • Attributa a Torvalds alla conferenza della Free Software Foundation del 1996 (video – time code: 48.44).

Prologo, in Pekka Himanen, L'etica hacker e lo spirito dell'età dell'informazione[modifica]

  • L'hacker è una persona che è andata al di là dell'uso del computer per sopravvivere ("Mi porto a casa la pagnotta programmando") e guarda piuttosto ai due stadi successivi. Lui (o, in teoria ma in pratica fin troppo raramente, lei) usa il computer per i propri legami sociali: l'e-mail e la Rete sono mezzi bellissimi per avere una comunità. Ma per gli hacker un computer significa anche intrattenimento. Non i giochi, non le belle immagini sulla Rete. Il computer in sé è intrattenimento. (pp. 11-12)
  • La ragione per cui gli hacker di Linux fanno qualcosa è perché la trovano molto stimolante, e a loro piace condividere questa cosa interessante con altri. (p. 12)

Rivoluzionario per caso[modifica]

  • Ero un brutto bambino. (p. 23)
  • Certe persone ricordano il proprio passato in base alle auto che avevano o al lavoro che facevano o al posto in cui vivevano o alle ragazze con cui uscivano. I miei anni sono segnati dai computer.
  • Sono convinto che l'informatica abbia molto in comune con la fisica. Entrambe si occupano di come funziona il mondo a un livello abbastanza fondamentale. La differenza, naturalmente, è che mentre in fisica devi capire come è fatto il mondo, in informatica sei tu a crearlo. Dentro i confini del computer, sei tu il creatore. Controlli – almeno potenzialmente – tutto ciò che vi succede. Se sei abbastanza bravo, puoi essere un dio. Su piccola scala.
  • Vi è mai capitato di sdraiarvi a terra in una tiepida notte d'estate, guardare le stelle e chiedervi perché siete qui? Qual è il vostro posto nel mondo e cosa dovreste fare della vostra vita? Be', nemmeno a me.
  • Dittatore benevolo? No, sono solo pigro.
  • Non è che io mi astenga dallo schierarmi. È solo che provo un profondo biasimo per chiunque cerchi di imporre la propria morale agli altri. E potete sostituire la parola "morale" con religione, fede informatica o altro ancora.
  • Io, in quanto tecnico, so che la tecnologia non trasforma un bel niente. È la società a cambiare la tecnologia, e non il contrario. La tecnologia pone solo i limiti di ciò che possiamo fare e di quanto ci costa farlo. (p. 268)

Citazioni su Linus Torvalds[modifica]

  • A un certo punto iniziarono ad arrivare delle cartoline da diversi angoli del pianeta. Penso che fu allora che capii che la gente nel mondo stava davvero utilizzando ciò che lui aveva creato (Sara Torvalds; da Rivoluzionario per caso)
  • Fu quello il momento in cui seppi che Linus aveva creato qualcosa di magnifico. Ma non è un problema: posso ancora batterlo a biliardo. (Jouko "Avuton" Vierumaki; da Rivoluzionario per caso)
  • [Nel 1991, commentando Linux, progettato da Linus Torvalds] Sei fortunato che non sei mio studente, non prenderesti un buon voto per un progetto così. (Andrew Stuart Tanenbaum)

Bibliografia[modifica]

  • Linus Torvalds, Prologo, in Pekka Himanen, L'etica hacker e lo spirito dell'età dell'informazione, traduzione di Fabio Zucchella, Feltrinelli, 2001. ISBN 8807170590
  • Linus Torvalds, Rivoluzionario per caso: come ho creato Linux (solo per divertirmi), traduzione di Fabio Paracchini, Garzanti, 2001. ISBN 8811678595

Altri progetti[modifica]