Nikolaj Davydenko

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Nikolaj Vladimirovič Davydenko (1981 – vivente), tennista russo.

Davydenko al Roland Garros 2009

Citazioni di Nikolaj Davydenko[modifica]

  • Non riuscivo a palleggiarci contro sul rovescio, come a Melbourne; mi faceva correre come un matto; mi dicevo: "Non puoi continuare a correre così". Mi sembrava tutt' altro tennis rispetto alle precedenti partite: Federer è semplicemente ingiocabile, nessuno ha quella velocità di palla. Perciò è il numero uno, perché gioca in modo totalmente differente dagli altri: non sbaglia mai, non gli ho trovato punti deboli, e comunque non ho avuto la possibilità di dimostrargli che so giocare meglio. [1]
  • Non so perché Roger non supporti i giocatori[2]. Non vuole problemi. Lui è bello. Vince gli Slam. È svizzero. È perfetto.[3]
  • [Sull'infortunio di Nadal nel 2012] Personalmente non mi manca. Ai tifosi sì, penso, ma non a noi giocatori. Sono comunque sicuro che rientrerà per la terra battuta, Nadal è Nadal, conosciamo il suo carattere. Ma ripeto, non ci manca.[4]

Note[modifica]

  1. Citato in Vincenzo Martucci, Federer, la leggenda è sempre più vicina, Gazzetta dello Sport, 10 settembre 2006.
  2. Si riferisce alla proposta presentata da molti giocatori dell'ATP per diminuire il numero di tornei sul cemento, modificare i montepremi e cambiare altri aspetti del circuito. Federer non ha sostenuto questa causa, dal momento che a suo avviso il circuito funziona già bene.
  3. Citato in Daniele Vallotto, Davydenko: "Non so perché Roger non supporti i giocatori", Ubitennis.com, 16 gennaio 2010.
  4. Citato in Davide Uccella, Davydenko spiazza: "Nadal fuori? Non mi manca", Ubitennis.com, 1 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica]