Proverbi ferraresi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Questa pagina contiene una selezione di proverbi della città di Ferrara, accompagnati da una traduzione, spesso letterale.

Indice
0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z ?

Proverbi[modifica]

  • Di maggio il sol l'adorna e chi è di bella forma ritorna. [1]

Senza fonte[modifica]

A[modifica]

  • A corar e cagar ta ta smerdi i garitt.
A correre e cagare ti sporchi i talloni.
Fare più cose contemporaneamente può portare a brutti risultati.
  • A m'è drè gnir su i bilìn dlà cresma!
Mi tornano su i dolci della cresima!
  • Al gat inguantà an ciapa brisa i pontag.
Il gatto con i guanti non prende i topi.
  • An s'pol brisa aver galina, ov e cul cald.
Non si possono avere gallina, uovo e culo caldo.
Equivalente a: Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.
  • A pagar e murir a s'è sempar in temp.
Per pagare e morire c'è sempre tempo.
  • A se vist Po pin e Po vod.
  • At farè la cort ... ma a iò finì la giara

C[modifica]

  • Ciapa, Torna e fa ca t'in vanza!
Prenid, torna e fai che te rimangano.
Tipico del gioco del Trionfo
  • Ciapa sù e porta a cà.
Prendi e porta a casa.
  • Con n'occ la cunza al pes e con cl'altar la guarda al gat.
Dicesi di donna strabica, che con un occhio pulisce/lavora il pesce e con l'altro guarda/controlla il gatto.

D[modifica]

  • Da luntan na piegura la par un can. [2]
Da lontano una pecora sembra un cane.
A volte quello che sembra non è quello che è.

F[modifica]

  • Fat 'na cà ad giaz e impiza i termo.
Fatti una casa di ghiaccio e accendi i termosifoni. Equivalente a Ignorante.

M[modifica]

  • Mei il bragh roti in t'al cul che al cul rot in t'il bragh.
Meglio avere i pantaloni rotti nel culo che il culo rotto nei pantaloni. Equivalente a L'abito non fa il monaco.

P[modifica]

  • Par i'och an fa mai l'alba.
Per le oche non comincia mai la giornata. (per le persone poco sveglie c'è podo da fare)
  • Par Sant'André ciappa 'l busgat pr' al pié. Se t'an al vo' ciapar, lass'l' andar fin a Nadal. (citato da Riccardo Bacchelli)
Per Sant'Andrea prendi il porco per i piedi. Se non lo vuoi prendere, lascialo andare fino a Natale.
  • Piutost che gnent, l'è mei piutost!
Piuttosto di nulla, è meglio piuttosto!

S[modifica]

  • Se la fadiga la valca al gust, mola la figa e dat al lambrusc.
Se la fatica supera il gusto, molla le donne e datti al lambrusco.

Z[modifica]

  • Ziel a gratusina, s'an piov inquò a piov admatina.
Cielo a grattugina (tipo a pecorelle), se non piove oggi piove domattina.

Note[modifica]

  1. Citato da Riccardo Bacchelli ne Il mulino del Po
  2. Citato da Diego Valieri

Voci correlate[modifica]