The Boondocks

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

The Boondocks è una striscia a fumetti opera del fumettista afro-americano Aaron McGruder.

TV[modifica]

  • TV: Mentre i democratici continuano a chiedere una commissione d'inchiesta che indaghi sull'inesattezza delle operazioni di intelligence che hanno portato all'invasione dell'Iraq, il presidente Bush ha rilasciato la presente dichiarazione... "sentite, ho chiesto a Condoleezza e lei mi ha detto che suo cugino Cletus è andato al negozio e ha parlato col suo amico Ernest che il giorno prima aveva parlato con sua madre, Liola, a cui la carissima amica Sally aveva detto che suo figlio Raoul era stato in Iraq e aveva visto un'arma di distruzione di massa in saldo per 9.99 dollari. Più evidente di così.
  • TV: Veniamo allo sport. Da qualche parte un nero ha preso la rincorsa, ha saltato, ha lanciato un pallone e tutti si sono esaltati come se non l'avessero già visto fare un milione di volte. E ora passiamo a fingere di saper fare le previsioni del tempo...
    Huey [Pensando...]: Una cosa è certa, il telegiornale che vedo io non è quello che vedono gli altri.
  • TV: Dopo una ricerca decennale sulle cause dei problemi cardiaci, i migliori dottori e nutrizionisti americani hanno dichiarato di non avere la benché minima ç#+§# di idea di quello che dovreste mangiare e vorrebbero che smetteste di chiederglielo...
    Huey: E ci voleva tanto ad ammetterlo?

Spiegazioni[modifica]

  • Caesar: Jazmine, credo che tu stia confondendo Babbo natale con Gesù. Babbo natale è un uomo bianco che ti guarda da lassù e ti premia quando sei buona. Mentre Gesù è... uhh... okay. Fammi ricominciare da capo.

Lettera a Babbo natale[modifica]

  • Riley: Caro Babo Natale, visto che tu ti fai sempre gli affari degli altri, sai benissimo che quest'hanno voglio l'Xbox 360. E vedi di fare il bravo, Babbino, o sarano guai, intesi?! E non pensare che mi sono scordato dell'anno scorso! Chi te l'aveva chiesti i calzini? che razza di regalo sono? Oh oh oh 'sta cippa, babbeo. Riley Freeman

E-mail a Bush[modifica]

  • Huey: Caro presidente Bush, la mia famiglia è una dittatura tirannica. Non ho né diritto di voto, né diritto di parola. Non ho alcuna libertà di movimento. ogni mia insubordinazione viene severamente e prontamente punita. Non ho assolutamente nessuna privacy. Per farla breve, quello di mio nonno è un regime repressivo assoluto. Detto questo... LA PREGO, NON CI BOMBARDI!

Monologhi[modifica]

  • Huey: John Swinton del "New York Times" ha detto una volta a proposito della stampa: "i nostri talenti, le nostre capacità e le nostre vite sono di proprietà di altri uomini. Non siamo altro che prostitute intellettuali". ... Vedo che Brit Hume [1] oggi indossa un bel paio di calze a rete.

Dialoghi[modifica]

Huey, Riley, Nonno[modifica]

  • Huey: Nonno, ho finito. Posso andare di là?
    Nonno: Finisci quello che hai nel piatto! Non lo sai che a Pyongpyang i bambini muoiono di fame?
    Huey: Dove?
    Nonno: Lo sai benissimo! in Corea del nord! a Papoyongpayang! Pyangyang... Pyoungpongtang...? payangpatang-tang... [Vignetta di silenzo]
    Huey: Dove?
    Nonno: Finisci di mangiare!.
  • Riley: Non ci crederai! Oggi ho guardato il TG!
    Huey: Il TG? Tu? Sì, come no...
    Riley: vero! Forza, prova a farmi una domanda d'attualità, una qualunque!
    Huey: Ok. Chi ha attaccato le torri gemelle l'11 settembre?
    Riley: Saddam Hussein.
    Huey: Mio dio. Hai davvero guardato il TG...
  • Huey: Allora, nonno, al punto in cui siamo arrivati è lecito paragonare l'Iraq al Vietnam?
    Nonno: Sciocchezze, io in Vietnam ci sono stato. Come il Vietnam non c'è niente.
    Huey: Un momento. Quand'è che saresti stato in Vietnam, tu?
    Nonno: Nella primavera del '95.
  • Huey: Nonno, non ti preoccupa l'idea di poter perdere la memoria col passare degli anni?
    Nonno: Preoccupato?! non vedo l'ora.
    Huey: Sul serio? e perché?
    Nonno: Perché la vita è dura, figliolo! e poi alla mia età ti sembra solo di ricordare le cose brutte. Non vedo l'ora di liberarmi di questo fardello! ... Cristo! un giorno potrei persino dimenticare di avere dei nipoti! venderei la casa, mi trasferirei a SouthBeach a fare da paparino a una bella gnocca cubana e tanti saluti. E il bello, Dewey, è che non proverò nemmeno un briciolo di rimorso!
    Huey: Io non mi chiamo Dewey!
    Nonno: 'Azz... ecco, vedi... si comincia...
  • Riley: Si può sapere perché devi sempre sputare veleno su tutto? sai cosa dice al mondo una macchina da 80.000 dollari?
    Huey: Certo... può dire due cose. La prima è: "ehi, sono un manager bianco di successo con due case, un sacco di stock options e una bella pensione". La seconda è: "ehi, sonon un giovane musicista nero con un anticipo di 30.000 dollari che vive con i genitori e non sa amministrare i suoi soldi".
    Riley: ...e con un gran gusto in fatto di macchine. non te lo scordare.
  • Cesar: Se il Klu Klux Klan avesse dato uno stipendio, molti neri si sarebbero iscritti...
    Huey: Soprattutto se avessero offerto copertura sanitaria e ferie pagate.
  • Riley: Huey, voglio saperne di più sulla faida tra 50 cent e The Game. Qual è quel programma che guardi sempre?
    Huey: Quale programma?
    Riley: Dai, quello palloso con i bianchi che parlano di quel che succede nel mondo. Come si chiama?
    Huey: Telegiornale?
    Riley: Quello! Non l'hanno ancora cancellato, spero?
  • Huey: Questo è un addio, Riley. Andiamo a fare la rivoluzione. Mi daranno del terrorista. Forse finiremo per morire in prigione.
    Riley: Wow... in prigione... Aspettate... voglio venire con voi!

Altri[modifica]

  • Huey: Un uomo molto saggio una volta ha detto: "a che serve avere bombe intelligenti quando il tuo presidente è un idiota?"
    Caesar: Sarai stato mica te quel "saggio"?
    Huey: Però devi ammettere che era un concetto molto profondo.
  • Caesar: Dicono che dobbiamo sostenere i nostri soldati che combattono oltreoceano.
    Huey: Già.
    Caesar: Ma Bush non si era imboscato per evitare il Vietnam?
    Huey: Ecco perché non è certo lui che appoggerò!
  • Huey: Sto invecchiando, Caesar... è come se ormai l'intrattenimento popolare non facesse più per me. L'Hip Hop ristagna, la TV è puro nulla, i film al cinema sono assolutamente idioti...
    Caesar: Figuriamoci quando compirai undici anni...
    Huey: E poi, ieri credo di essermi scoperto un capello bianco.
  • Huey: Ti sei mai chiesto se stiamo sbagliando tutto? Voglio dire, su tutta la linea, forse Bush non ha rubato le elezioni, forse è giusto radere al suolo l'Iraq a suon di bombe. Forse pretendere un trattamento equo per le minoranze è realmente ingiusto. E se fossimo noi quelli stupidi? Quelli che parlando a vanvera? Eh? Te lo sei mai chiesto?!
    Caesar: Se ti rispondo "sì" tu mi dai del venduto e mi rifili un cazzotto su collo, vero?
    Huey: Trovo inquietante il fatto che tu mi conosca così bene.
  • Caesar: Ehi, che succederebbe se i moduli del censimento li compilassi tu? Tutti quanti neri! Questo si che sconvolgerebbe il sistema!
    Huey: Hmm... il nonno dice che il goveno impiegherà i dati del censimento come base per le decisioni politiche.
    Caesar: E se incasinassi i dati e Woodcrest [2] diventasse all'improvviso un quartiere di neri. Cosa succederebbe?
    Huey: Che tutto a un tratto Woodcrest si riempirebbe di poliziotti.
    Caesar: Acc...! come non detto.
  • Riley: Che stai facendo col nostro computer?
    Caesar: Scarico un po' di musica.
    Riley: Ah! io non ruberei mai musica da internet... è molto più comodo fregarla direttamente dai negozi.
  • Jazmine: Non posso credere che la paura dell'influenza avaria ti abbia convinto a saltare il ringraziamento.
    Huey: Forse hai ragione, voglio dire, che se ne frega se Chicken Little ha l'avaria, in fondo?
    Jazmine: Cosa?
    Huey: Peccato che non se ne siano accorti prima che contagiasse Paperino...
    Jazmine: Che è successo a Paperino?!
  • Riley: Voi due siete stati insieme in Iraq?
    Gin Rummy: Si eravamo in Iraq.
    Riley: Che facevate?
    Gin Rummy: Cercavamo armi di distruzione di massa.
    Riley: Le avete mai trovate...
    Gin Rummy: LO SAI MALEDETTAMENTE BENE CHE NON LE ABBIAMO TROVATE! CHE STAI FACENDO SATIRA POLITICA?! CHI SEI GARRY TRUDEAU STRONZETTO?!
    Ed III: Io cercavo le pupe, ma avevano sti fottuti tappeti sulla faccia, e non si vedeva come erano... tutto quello che si vedeva erano gli occhi, e a me non bastava perché sapete cazzo, guardi gli occhi e magari ti piacciono, ma gli occhi ingannano, sollevi il tappeto e sotto è una tragedia!
    Gin Rummy: Be' no... non le abbiamo trovate. Ma quello che io dico sempre è che l'assenza di prove, non è la prova dell'assenza.
    Riley: Cosa?
    Gin Rummy: Solamente perché non si ha nessuna prova che qualcosa esista, non vuol dire che si abbia la prova che quel qualcosa non esista!
    Riley: Cosa?
    Gin Rummy: Da che paese vieni?!
    Riley: Cosa?
    Gin Rummy: "Cosa" non l'ho mai sentito nonminare... Lì parlano la mia lingua?!
    Riley: Cosa?
    Gin Rummy: LA MIA LINGUA FIGLIO DI PUTTANA! TU LA SAI PARLARE?!
    Riley: Sì.
    Gin Rummy: Allora capisci le parole che ti stò dicendo?!
    Riley: Sì.
    Gin Rummy: Ci sono conoscienze che si conoscono e conoscienze che non si conoscono, ma ci sono anche non conoscenze che non si conoscono, sono le cose che non sappiamo di non sapere.
    Riley: Cosa?
    Gin Rummy: DI COSA UN'ALTRA VOLTA! DI COSA UN'ALTRA VOLTA! TI SFIDO! DUE VOLTE! TI SFIDO FIGLIO DI PUTTANA! DI COSA UN'ALTRA MALEDETTISSIMA VOLTA!!!

Note[modifica]

  1. Importante redattore del telegiornale della FOX, canale notoriamente filogovernativo
  2. Periferia dove abitano i protagonisti

Altri progetti[modifica]