Åsa Larsson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Åsa Larsson (1966 – vivente), avvocato fiscalista e scrittrice svedese.

Incipit di alcune opere[modifica]

Finché sarà passata la tua ira[modifica]

Ricordo come siamo morti. Lo ricordo e lo so. È così ora, certe cose le so anche se non vi ho assistito di persona. Ma non so tutto, anzi. Non esistono regole. Come con le persone, per esempio. A volte sono stanze aperte in cui posso entrare senza problemi. A volte sono chiuse. Il tempo non esiste, come se fosse spazzato via.

Il sangue versato[modifica]

Mercoledì 21 giugno

Sono sul divano della cucina. Non riesco a dormire. In questa stagione le notti sono chiare e non danno pace. L'orologio a pendolo tra poco batterà l'una. Nel silenzio, il suo ticchettio diventa sempre più sonoro. Fa a pezzi ogni frase. Ogni tentativo di pensiero ragionevole. Sul tavolo c'è la lettera di quella donna.
Resta giù, mi dico. Resta giù e dormi.

Bibliografia[modifica]

  • Åsa Larsson, Finché sarà passata la tua ira, traduzione di Katia De Marco, Marsilio, 2010. ISBN 9788831706087
  • Åsa Larsson, Il sangue versato, traduzione di Katia De Marco, Marsilio, 2010. ISBN 9788831705882

Altri progetti[modifica]