Ōtomo no Yakamochi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Ōtomo no Yakamochi (718 – 785), poeta e politico giapponese.

Citazioni di Ōtomo no Yakamochi[modifica]

  • Bianche gocce di rugiada | sui pennacchi di canna | del mio giardino. | Potessi perforarle intatte... | Una collana per te.[1]
  • Primaverile, | di folti l'orto odora | fiori di pesco – | una fanciulla sosta | nell'ombra rosea dolce. (Marzo 750[2])
  • Soffio di brezza | nell'ora del crepuscolo | sul mio boschetto | di teneri bambù – | quanto triste stasera. (Febbraio 753[3])

Note[modifica]

  1. Da Il muschio e la rugiada. Antologia di poesia giapponese, a cura di Mario Riccò e Paolo Lagazzi, traduzione di Mario Riccò, Fabbri Editori R.C.S. Libri & Grandi Opere S.p.a., Milano, 1997, p. 56.
  2. Da Antiche liriche giapponesi, traduzione di T. Chiba e G. Prampolini, All'insegna del pesce d'oro; in Barelli, p. 687.
  3. Da Antiche liriche giapponesi, traduzione di T. Chiba e G. Prampolini, All'insegna del pesce d'oro; in Barelli, p. 688.

Bibliografia[modifica]

  • Ettore Barelli, la comunicazione letteraria, schede didattiche di Daniela Bertocchi e Edoardo Lugarini, Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori, 1981.

Altri progetti[modifica]