ARIA

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

ARIA

Manga

Immagine Simple Manga.png
Titolo originale

ARIA

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Genere commedia, fantascienza
Autore Kozue Amano
Testi italiani Rieko Fukuda, Rie Zushi
Pubblicazione 2002 - 2008
Editore italiano Star Comics
Pubblicazione italiana 2006 - 2009

ARIA

Serie TV anime

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Logo della serie

Titolo originale

ARIA

Paese Giappone
Anno

2005 - 2008

Genere commedia, fantascienza
Stagioni 3
Episodi 53
Ideatore Kozue Amano
Rete televisiva TV Tokyo

ARIA, manga e anime giapponese creato da Kozue Amano.

Manga[modifica]

Frasi[modifica]

  • Ci sono cose che si possono trovare solo quando sbagli e devi dal tuo percorso. (Alicia Florence – Volume 3, Navigation 12 Sotto il ciliegio)
  • Se qualcuno sente che una cosa è falsa, sarà falsa per lui! Ognuno è libero di pensarla come vuole, ma se tu te la prendi per quello che dicono gli altri vuol dire che il tuo amore per i vetri veneziani è autentico e profondo... Sinceramente io non so se si può parlare di falso o vero, in questi casi... Per esempio, i turisti che vengono dalla Terra dicono che Neo Venezia non è altro che un'imitazione della vera Venezia. Probabilmente se ci si sofferma all'apparenza è così, ma le Venezie di Aqua e della Terra sono state costruite in modi e tempi molti diversi fra loro, no? Di conseguenza, la gente che ci abita e i loro pensieri sono diversi... Almeno nel mio caso decidere se una cosa è vera o falsa non è così fondamentale... Perché io amo Neo Venezia e questo amore è il mio tesoro, e io che mi sento così, esisto qui e adesso! (Akari Mizunashi – Volume 6, Navigation 27 I vetri veneziani)
  • Scendeva una luce sottile come una tenda trasparente... Era così caldo e delicato quel chiarore stellare blu e limpido... (Akari Mizunashi – Volume 7, Navigation 32 Blackout)
  • Sia le cose belle che quelle sgradevoli non vanno mai date per scontate... Bisogna accettarle entrambe per quello che sono, con serenità. (Akira E. Ferrari – Volume 9, Navigation 44 Prima donna)
  • In fondo posso capire i sentimenti di Atora. Ogni volta che vengo bocciata all'esame sembra che venga negata sempre di più la parte di me che desidera essere un'Undine. Soffro, mi vergogno e mi sento triste, mi impaurisco ulteriormente, e quando me ne accorgo mi irrigidisco, intimidendomi sempre di più. Ma così non va bene. Arroccandosi in se stessi, non cambia e non si riesce più ad assimilare niente. Non è possibile cambiare gli altri, ma possiamo cambiare noi stessi. Se ora sono inesperta è perché mi manca qualcosa... Basterà aggiungere quel qualcosa. Per questo voglio diventare flessibile. Se si è flessibili, si può assumere qualunque forma. Si può assimilare qualunque cosa. Quando ci riuscirò potrò essere ciò che desidero e riuscirò a realizzare il mio sogno di diventare una Prima! (Anzu Yumeno – Volume 10, Navigation 48 Il traghetto)
  • Quando si ha voglia di provare, si è al punto di partenza... In qualsiasi momento, dovunque ci si trovi, è possibile ricominciare! (Akari Mizunashi – Volume 10, Navigation 48 Il traghetto)
  • Io sono una persona imperfetta. Quando insegno alla mia kohai, come sua senpai, a volte mi capita anche di non riuscirci bene, pur mettendocela tutta. In quei casi, mi rendo conto dal profondo del cuore di come l'atto di insegnare e quello di imparare in realtà si assomiglino molto. Perciò, tutto quello che posso fare è provarci con tutte le mie forze, insieme ad Akari. Per poi, alla fine, condividere con lei la grande gioia di riuscire. (Alicia Florence – Volume 10, Navigation 50 La lezione di sostegno)
  • In quel momento imparai una cosa importante da una ragazzina molto più piccola di me. Possedere un talento donato dal cielo, significa essere eccezionali, e le mie amiche lo sono, ma basterà che io mi alleni con impegno per dimostrare quanto valgo. (Akira E. Ferrari – Volume 11, Navigation 51 Clover)
  • Conducendo la vita di sempre diventeremo adulte. Ma questi giorni non li dimenticherò mai... Mi sono così cari, mi riempiono di un piacevole tepore e un senso di nostalgia, e sono rimasti impressi nel mio cuore trasformandolo in un cristallo azzurro. Continui a vegliare su di me, per favore! Noi saremo sempre insieme, anche in futuro. (Akari Mizunashi – Volume 11, Navigation 53 Cait Sith)
  • Sai, Akari, quando le cose iniziano ad andare in una certa direzione provo una strana sensazione. Anche se ognuno segue la propria strada nella vita, a volte si verificano degli avvenimenti speciali ed è come se i rispettivi cambiamenti si richiamassero tra loro, quasi quel momento fosse voluto dal destino sin dall'inizio... (Alicia Florence – Volume 12, Navigation 58 L'azzurro infinito)
  • Da quando sei arrivata su Aqua, il mio mondo ha subìto un profondo cambiamento. La vita quotidiana e i colori del mondo hanno cominciato a brillare, come per incanto... Come se il cielo e il mare si estendessero all'infinito, avvolgendo dolcemente questo pianeta. Sono veramente felice di averti conosciuto. Grazie, mia Aquamarine! (Alicia Florence – Volume 12, Navigation 58 L'azzurro infinito)
  • Quando camminiamo insieme agli altri ci sembra di essere tutti sulla stessa strada. Ma in realtà non è così. Ognuno di noi sta camminando su una strada diversa e quella strada ha un inizio e una fine differenti dalle altre. Ognuno segue un proprio, personale, percorso. Camminando senza mai fermarmi sulla mia strada sono riuscita a venire su Aqua e ad entrare nell'Aria Company... Ho potuto conoscere te e tutti gli altri, Alicia! Ora ho capito che non devo più fermarmi se voglio vedere il meraviglioso futuro che ci aspetta e che si trova avanti, su questa strada. Quel giorno, quando mi hai rivelato la tua decisione di ritirarti dall'attività, hai scelto tu stessa di andare a vedere quel futuro, giusto, Alicia? Allora permettimi di accompagnarti con un sorriso fino al bivio che ci separerà. Voglio continuare a sorriderti... fino al momento in cui dovremo salutarci. (Akari Mizunashi – Volume 12, Navigation 59 Il futuro)

Dialoghi[modifica]

  • Akari: Oggi ho scoperto tante altre meraviglie! E chissà quante altre ce ne sono ancora a cui di solito non faccio caso, perché sono abituata a vederle...
    Alicia: Hai ragione. Per esempio, una cosa può mutare a seconda del momento della giornata... Anche le stagioni trasformano l'aria e i colori... Ma più di tutto è il nostro stato d'animo che modifica le cose che ci stanno attorno e a volte può farcele apparire completamente diverse dal solito.. Ce la faremo, Akari, a scoprirle tutte?
    (Volume 7, Navigation 32 Blackout)
  • Athena: Ascolta, Alice! Davvero pensi che sia una cosa noiosa diventare adulti? Se fosse così, sarebbe proprio un peccato! È vero che quando siamo bambini viviamo esperienze piacevoli una dopo l'altra, ma si è sempre limitati.
    Alice: Limitati?
    Athena: Eh già! Limitati. Quando si diventa adulti, ci si accorge dell'esistenza di un mondo meraviglioso, che non si riusciva a percepire nell'infanzia, in cui ci si può divertire a volontà in qualsiasi momento e per sempre, ovunque, per qualsiasi cosa e in continuazione, a seconda del proprio stato d'animo.
    Alice: Divertirsi a volontà... Sembra una magia!
    Athena: Quando si diventa adulti, non è necessario rimanere ad aspettare. Si può anche diventare la Befana, con una semplice magia!
    (Volume 10, Navigation 47 L'epifania)
  • Signore: La incuriosiscono queste bambole?
    Akari: Ah, sì! Sono bellissime. Ma... non so perché... mi trasmettono una strana sensazione...
    Signore: È naturale che si senta così guardandole.
    Akari: Eh?!
    Signore: Di solito tutte le bambole vengono create prive di espressione perché possano esaudire i desideri dei proprietari. Così, quando vogliamo tirarci su di morale, sembrano sorridenti; invece, quando siamo addolorati, possiamo condividere con loro il nostro dolore, perché sembrano tristi. Così facendo, le bambole soddisfano le nostre esigenze affettive. Ma queste due sono differenti. Questa bambola bianca è sempre piena di gioia e continua a sorridere. Invece l'altra, nera, è sempre piena di tristezza e continua ad essere addolorata. Una rappresenta un sogno felice dal quale non ci si desta mai, l'altra invece una realtà di infinita tristezza... Queste bambole sono destinate a restare così per tutta l'eternità, nutrendo per sempre sentimenti che non cambieranno mai. Forse lei prova una strana sensazione a causa dell'esistenza "congelata" di queste due bambole. Ciò è normale perché noi umani siamo esseri umani in continua trasformazione. Le ore felici che si desidera non finiscano mai e le ore tristi che vorremmo finissero subito... Tutto questo può cambiare. Noi umani, creando bambole che ricalcano i nostri sentimenti, adoriamo il sorriso che non si spegne mai, oppure temiamo il dolore che non può cessare. Siamo davvero egocentrici.
    (Volume 12, Navigation 56 Le bambole viventi)

Aria the Animation[modifica]

Episodio 2, In quel giorno speciale...[modifica]

  • Quando anche i paesaggi conosciuti cominciano a sembrarci diversi dal solito, ti pare di avere acquisito un grado maggiore di conoscenza. Anche a me un giorno piacerebbe costruire un rapporto con la signorina Alicia che sia uguale al loro [Aika e Akira]. (Akari Mizunashi)

Episodio 9, Quella fata che sembra una stella...[modifica]

  • Questi momenti [di tristezza e difficoltà] sono un ingrediente indispensabile della vita, servono a esaltare il sapore degli istanti felici. Sforzati di fare questo cambiamento interiore, prova a entusiasmarti per tutto quello che vedi. Ogni singolo giorno della tua vita diventerà una meraviglia da scoprire. Se giudichi onestamente che stai dedicando tutto il tuo impegno e la tua costanza al raggiungimento di un obiettivo e riesci ad appassionarti a ciò che vedi, senti, tocchi, a ciò che il mondo ti offre, allora anche diventare la più grande stella fra le tante Undine che brillano su Aqua sarà un sogno realizzabile. È una lezione semplicissima, ma tutti tendiamo a scordarcela. (Grand Mother ad Aika S. Granzchesta)

Episodio 11, Quei giorni spensierati...[modifica]

  • Alicia: Se resteremo prigioniere dei ricordi del passato, non saremo in grado di riconoscere i bei momenti che ci regala il presente.
    Akira: Non diciamo "Com'erano belli quei tempi", diciamo piuttosto "Anche quei tempi erano belli". Dico bene?
    Athena: O forse ciò che appartiene al passato non dovrebbe essere paragonato né ad altri momenti già trascorsi, né al presente, né ai ricordi che avremo in futuro. Nel corso della vita condividiamo tanti piccoli attimi preziosi con le persone a noi care, attimi che poi scompaiono, ma se solo riuscissimo a trattenere ognuno di quei ricordi, i bei momenti non finirebbero mai e ci accompagnerebbero per sempre, per tutta la vita.
  • Con il tempo molte cose cambiano, ma certe situazioni restano immutate. Certe cose sono preziose perché si trasformano, altre proprio perché restano uguali, ma ritengo che in entrambi i casi esse siano comunque importanti. (Akari Mizunashi ad Ai)

Aria the Natural[modifica]

Episodio 1, Quell'incontro al Carnevale...[modifica]

  • Ad Aqua si fanno veramente tanti incontri. A volte è necessario un po' di coraggio. Ma, se sei ben disposto verso il prossimo, un incontro meraviglioso ti sorprenderà proprio quanto meno te l'aspetti. E poi, non sono solo gli esseri umani ad avere questo desiderio. (Akari Mizunashi)

Altri progetti[modifica]