Abbandono degli animali

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Un cane randagio.

Citazioni sull'abbandono degli animali.

  • Auguro sempre e di cuore a chi abbandona un cane, un gatto o un qualsiasi animale domestico sul ciglio della strada, di patire un'eguale disavventura. Anzi, peggiore. Perché c'è un'aggravante in tutto ciò: un cane, un gatto, o anche una tartaruga, non hanno chiesto spontaneamente asilo in casa nostra, non hanno scelto di vivere con noi ma, al contrario, siamo noi che li abbiamo costretti a stare a casa nostra. L'animale, essendo dotato di buoni sentimenti, si è adattato e ha anche dimostrato di essere lieto di stare con noi, addirittura ci ha considerato suoi padroni e quindi amici, sempre pronti a stabilire un rapporto d'affetto. Noi questo rapporto lo mandiamo per aria abbandonandolo in un campo, oppure lungo una via molto trafficata, con il rischio molto concreto che vada subito sotto una macchina. (Maurizio Costanzo)
  • Certamente, chi decide di disfarsi del proprio cane alla vigilia delle vacanze è solo un vigliacco che riesce a essere anche crudele. Ma eliminare l'alibi della scarsa offerta turistica vuol dire comunque fare un passo avanti. Per questa ragione, ogni estate abbiamo proposto uno spot istituzionale […] per censurare duramente l'abbandono e allo stesso tempo informare i cittadini che tante strutture turistiche ammettevano gli animali. (Michela Vittoria Brambilla)
  • L'abbandono di un animale è un atto crudele e degradante. (Dichiarazione universale dei diritti dell'animale)
  • Se un cane ha servito a lungo e fedelmente il suo padrone, […] quando non sarà più in grado di renderci i suoi servizi, noi dovremo trattenere la bestia presso di noi fino alla morte. […] Un padrone che scacci via il suo asino o il suo cane, perché ormai inservibili, rivela un animo meschino. (Immanuel Kant)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]