Adolf Hohenstein

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Adolf Hohenstein con la moglie Edwig Plaskuda, Bonn, 1905.
Un'affiche di Adolf Hohenstein, 1900.

Adolf Hohenstein (1854 – 1928), pittore, pubblicitario, illustratore, scenografo e figurinista tedesco.

Citazioni su Adolf Hohenstein[modifica]

Renato Barilli[modifica]

  • Ecco insomma che sul finire del secolo il nostro cartellonista sa già amministrare con consumata abilità e leggerezza quelle mosse sinuose, quelle falcate rapide che costituiscono il nocciolo del Liberty.
  • Hohenstein è nato nel 1854, e dunque perfino qualche anno prima rispetto a un medio 1860 in cui vedono la luce i protagonisti della stagione simbolista. Naturalmente, bisogna concedere a lui e allo stile che rappresenta, il tempo d maturare, e mettere in conto anche un certo ritardo della nostra cultura su quella francese (ma neanche tanto).
  • L'Italia non fa eccezione, in proposito, e così i cartellonisti di quella stagione non appaiono inferiori ai loro colleghi delle arti nobili. Apre la sfilata, a dire il vero, un russo tedesco, Adolf Hohenstein, ma di carriera italiana, svolta per gran parte a Milano, attorno alla casa Ricordi, che del cartellonismo grafico-pubblicitario in quegli anni è il massimo tempio, assieme alla ditta Mele di Napoli: Nord e Sud uniti, e una volta tanto su un piede di parità, nella prontezza di intervento.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]