Agenzia investigativa Carlo Lorenzini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Agenzia investigativa Carlo Lorenzini

Fumetto

Immagine Simple Comic.png
Titolo originale

Agenzia investigativa Carlo Lorenzini

Lingua originale Italiano
Paese Italia
Genere Giallo, Favolistico
Autore Manfredi Toraldo, Luca Baino, Jacopo Tagliasacchi, Virginia Chiabotti, Elisabetta Barletta, Valeria Rossotto, Andrea Broccardo, Giorgia Lanza
Editore Manfont

Agenzia investigativa Carlo Lorenzini, fumetto italiano con protagonista Pinocchio in qualità di investigatore delle storie.

Frasi[modifica]

Carte d'identità[modifica]

  • "A causa delle manie sugli attacchi Terroristici, sembra che le stazioni dei treni non siano più quelle di una volta. Scordatevi di nascondere la ventiquattrore, piena di gioielli rubati, nel deposito bagagli. I controlli si sono fatti molto più serrati rispetto a qualche tempo fa. E allora come mai è ancora tanto facile trovare qui le persone scomparse?" (Carlo Lorenzini/Pinocchio)
  • Così l'amore mi ha fregato un altra volta. Per questo scelgo sempre persone sole (Mattia Pascal)

Dirò d'Orlando...[modifica]

  • Non mi piacciono i Carabinieri... vecchie beghe... (Carlo Lorenzini)
  • No, niente ostriche... mi sembra sempre che piangano... (Alice)
  • Lo sai... fosse per lui [L'Innominato] questo pub sarebbe "angusto e uggioso". Sarei rimasto a comandare un sommergibile - gli faccio io - Per stare in un posto del genere! (Nemo)
  • Bello questo turchese, piacerebbe molo ad una mia amica. (Carlo Lorenzini riferito ad Angie)
  • "Sarei andato io, ma se avessi raccontato balle il mio naso avrebbe cominciato a crescere. Come se non fosse già sufficientemente grosso." (Carlo Lorenzini)

Ricadono le colpe![modifica]

  • "Lucignolo mi ha indicato in tamarro di periferia, tale Giorgio Cavandi, un ragazzetto che ha mollato la scuola a tredici anni... Ma chi sono per giudicare? Io lo mollata appena nato!" (Carlo Lorenzini)
  • È poco matura [Mila]? Bene... crescerà! Perché non sono le scelte a farci maturare, ma affrontare le conseguenze. (Carlo Lorenzini)

Amici di penna[modifica]

  • Io l'ho superata questa fase del suicidio periodico, ma lui [il Giovane Werther] è tedesco... sai com'è! Credo lo ritenga un dovere non uscire dal personaggio. (Jacopo Ortis)

Libri nei libri[modifica]

  • "Ho un po' in antipatia i russi, da quando ho scoperto di avere un fratello [Buratino] da quelle parti. (Carlo Lorenzini)

Dialoghi[modifica]

Libri nei libri[modifica]

  • Carlo Lorenzini: Il segreto ragazzo, è: cercare un interesse che ti tenga occupato, o domani potresti trovarti a tramutare in rospi la gente per strada, dicendo frasi senza senso in latino maccheronico e io dovrei intervenire a fermarti.
    Harry Potter: Fermarmi? Tu? E come?
    Carlo Lorenzini:Ragazzino... Io faccio sognare i bambini da prima che la tua creatrice fosse un'idea nella mente del Grande Autore. Tu i serpenti giganti li temi [In riferimento al Basilisco]. Io li facevo morire dal ridere [Riferendosi al serpente dalla coda fumogena].

Altri progetti[modifica]