Alfonso Luigi Marra

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Alfonso Luigi Marra (1947 – vivente), avvocato e politico italiano.

Citazioni di Alfonso Luigi Marra[modifica]

  • Hanno detto che il mio spot era il peggiore del decennio. Violentano la verità. Secondo lei milioni di persone si mettono a osservare uno spot solo perché lo considerano orrendo?. (da Un uomo chiamato Marra, Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2010)
  • A milioni conoscono me e il contenuto delle mie opere. Tutti i politici italiani, tutti i magistrati e i giudici, anche i giornalisti. (da Un uomo chiamato Marra, Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2010)
  • La legge Pinto, quella sulle lungaggini processuali, si chiama così e io non so il perché. L'ho generata io (sic) quando ero deputato e sempre io ho generato (sic) tutte le tesi che sono diventate pilastri della giurisprudendenza e della Cassazione italiana. Cose che sanno tutti. I cani e i porci. (da Un uomo chiamato Marra, Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2010)
  • Il diritto di famiglia australiano l'ho formulato io. Gli australiani sono un popolo di simpaticoni, ma sono ignoranti come capre. Poi ho uno studio enorme, con 41.000 clienti. Lo sanno tutti. (da Un uomo chiamato Marra, Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2010)
  • Tutti dicono di voler cambiare le cose, ma l'unica vera rivoluzione culturale è firmata Alfonso Luigi Marra. (da Un uomo chiamato Marra, Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2010)
  • Ho scritto di banche, di economia, di cose serie. Non mi ammazzano perché ho i libri alle spalle, mi ucciderebbero volentieri per necessità, ma sarebbe un modo di fare pubblicità ai miei libri. Non solo non mi eliminano ma fanno in modo che non mi capiti niente. (da Un uomo chiamato Marra, Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2010)

Altri progetti[modifica]