Amanda Prantera

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Amanda Prantera (1942 — vivente), scrittrice britannica.

Incipit di alcune opere[modifica]

Cerchio segreto[modifica]

Benché possa apparire paradossale alla luce degli avvenimenti che mi accingo a narrare, in età matura – o forse dovrei dire in età avanzata, visto che in questo campo la fama è difficile da conquistare e lenta ad arrivare – sono divenuto abbastanza noto per le mie teorie sul metodo scientifico. Noto, naturalmente, solo a un ristrettissimo gruppo di persone, soprattutto a medici come me e a qualche terapeuta e ricercatore di altre scienze; per maggior scrupolo, dovrei forse specificare che ho ottenuto fama presso chi si interessa costantemente al retroterra filosofico della propria disciplina più per la speranza di suscitare ammirazione in colleghi meno colti o più oberati di impegni che per pura passione epistemologica.

Il cabalista[modifica]

— Signor... — Il medico si interruppe e lanciò una rapida occhiata agli appunti, di argomento ineluttabilmente personale. — Signor Keller. Mi scusi. Signor Kestler. Dunque, lei non ha parenti stretti? Né fratelli né sorelle? Un caro amico, magari? — Tacque di nuovo, dopo aver inserito nella voce una nota di speranza come se ritenesse il proprio paziente in possesso di capacità decisionali in merito. — In questi casi, lei mi capisce, è spesso d'aiuto mantenersi in contatto anche con i membri della famiglia. Non solo d'aiuto, in verità, ma addirittura essenziale.

La regina dei Fani[modifica]

Scrivere di mia spontanea volontà, senza uno Sciamano, né un Capo, né qualche altro brontolone fermo alle mie spalle a sbuffare d'impazienza e a mettermi fretta, è cosa che non facevo da anni. E lo stesso vale per disegnare. Mi accingo a fare l'uno e l'altro, ora, per la semplice ragione che qui non mi resta altro. Il lavoro d'ago mi rende nervosa (e poi c'è poca luce); cantare o suonare disturba gli altri. Ho fatto qualche timido tentativo in lavori di piccola falegnameria e d'intaglio, ma anche queste attività disturbano, soprattutto quando il legno è duro e io mi arrabbio e divento maldestra e comincio a lasciar cadere utensili e materiali.

Bibliografia[modifica]

  • Amanda Prantera, Cerchio segreto, traduzione di Laura Serra, Mondadori, 1997.
  • Amanda Prantera, Il cabalista, traduzione di Maura Arduini, Mondadori, 1996.
  • Amanda Prantera, La regina dei Fani, traduzione di G. L. Staffilano, Mondadori, 1998. ISBN 8804443073

Altri progetti[modifica]