Amedeo Minghi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Amedeo Minghi

Amedeo Minghi (1947 – vivente), cantautore, cantante e compositore italiano.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

1950[modifica]

Etichetta: It, 1983.

  • La radio trasmetterà la canzone che ho pensato per te | e forse attraverserà l'oceano lontano da noi | l'ascolteranno gli americani che proprio ieri sono andati via | e con le loro camicie a fiori colorano le nostre vie | e i nostri giorni di primavera che profumano dei tuoi capelli | e dei tuoi occhi così belli spalancati sul futuro | e chiusi su di me nel novecentocinquanta. (da 1950, n. 1)

Cantare è d'amore[modifica]

Etichetta: EMI Italiana, 1996.

  • È quando tutti i giuramenti | fatti a te saranno inganni | alla vita che, stupita, sbanderà. | Amarsi è prima di capire, | è rimbambire la ragione in noi. | Non è la verità, | che più la dici e meno baci avrai. | È l'illusione mia che è vera. (da Cantare è d'amore, n. 1)
  • E chi ama canta tra le voci della vita | l'acqua che si incontra col suo scialacquìo. | Oppure meglio non cantare, muti se non è d'amore. (da Cantare è d'amore, n. 1)
  • C'è un solo amore al mondo, | il mio con il tuo, rotondo. (da Un solo amore al mondo, n. 8)

Decenni[modifica]

Etichetta: EMI Italiana, 1998.

  • Tradiscono i decenni, | saranno gli anni fa | il tempo li fa belli | questi anni non li avrai | se non li perderai. | Tradiscono i decenni, | vedrai che ti vedrai | nel taglio dei capelli, | ahi, quanti ne tagliai... (da Decenni, n. 1)
  • Un uomo venuto da molto lontano | stringeva il dolore e un libro nella mano. | Qualcuno ha sparato ed io quel giorno ho pianto | ma tutto il mondo gli è rimasto accanto. | Quel giorno il mondo ha ritrovato il cuore, | la verità non muore. (dedicata a papa Giovanni Paolo II; da Un uomo venuto da lontano, n. 9)

Citazioni su Amedeo Minghi[modifica]

  • Può venirti proprio voglia di smontarlo un po', di dirgli che la sua aria da fenomeno musicale e il suo modo di tirarsela ti fanno pena, che sono solo un triste squallore, il risultato di una presunzione eccessiva che ha perso ogni contatto con la realtà, quella vera. E sì... E alla fine glielo dici pure! E lui non fa una piega, resta sordo ed isolato nel suo mondo fatto di favole e di preghiere. (Vasco Rossi)

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]