Annamaria Bernardini de Pace

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Annamaria Bernardini de Pace (1948 – vivente), avvocato, giornalista e blogger italiana.

Citazioni di Annamaria Bernardini de Pace[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ora è il momento dell'amante 2.0. Quello virtuale. C'è un'esplosione di chat erotiche in cui ci si spedisce foto di parti intime o si mandano video porno. Questi scambi avvengono sia con l'amante sia con sconosciuti che si contattano in Rete. Le coppie clandestine, non avendo più la possibilità d'incontrarsi in carne ed ossa, scelgono di vedersi sulle chat dei social come Instagram o WhatsApp. Dopo la pausa estiva del "liberi tutti" sono tornate le limitazioni degli orari e così, se i pomeriggi illeciti sono per il momento ancora consentiti, alla sera non si possono inventare scuse come "Vado a cena con il capo" o "Mi fermo fino a tardi in ufficio". E così molti ripiegano sul sesso virtuale.[1]
  • [Sul tradimento coniugale virtuale in tempi di lockdown] Una cliente, per esempio, mi ha detto che il marito aveva salvato il numero dell'amante sotto la voce "pizzeria". L'ha scoperto perché, andando nella cronologia delle chiamate, ha visto troppe telefonate rispetto alle pizze arrivate. Un'altra cliente l'ho messa in guardia io...[1]
  • Ormai dietro tutte le liti e anche le riconcilizioni ci sono solo questioni economiche. Una volta, quando si andava in Tribunale, le coppie si dicevano frasi tipo "ti ho amato tanto, mi sono occupata di tua madre" oppure "ho sacrificato la mia vita per te". Adesso si rinfacciano questioni legate al denaro: "Hai comprato delle azioni senza dirmi nulla", "Non sapevo che avessi comprato un'altra casa.[1]

Note[modifica]

  1. a b c Da «Così il Covid ha cambiato le corna e pure i cornuti.» L'avvocato matrimonialista: «C'è un'esplosione di chat erotiche. L'amante di una volta non esiste più, ora vuole debellare l'altra», intervista di Lucia Esposito, Libero, Milano, 2 novembre 2020.

Altri progetti[modifica]