Aphra Behn

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Aphra Behn

Aphra Johnston (1640 – 1689), commediografa e romanziera britannica.

  • Il denaro parla sensatamente in una lingua che tutte le nazioni capiscono. (da The Rover, II, 3, 1)[1]
  • L'amore cessa di essere un piacere quando cessa di essere un segreto. (da The Lover's Watch)[2]
  • La varietà è l'anima del piacere. (da Il vagabondo)
  • Signore, siamo qui oggi, e domani ce ne saremo andati. (da The Lucky Chance)
  • Qui giace una prova che l'intelligenza non può mai essere | Difesa sufficiente contro la mortalità. (epitaffio)[3]

Note[modifica]

  1. Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Ettore Barelli e Sergio Pennacchietti, BUR, 2013.
  2. Citato in Aa. Vv., Dammi mille baci, e ancora cento. Le più belle citazioni sull'amore, a cura delle Redazioni Garzanti, Garzanti, 2013.
  3. Citato in Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici, a cura di Gabriella Bemporad, Adelphi, Milano, 2015. ISBN 978-88-459-7704-6

Altri progetti[modifica]