Attilio Mordini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Attilio Mordini (1923 – 1966), scrittore e teologo italiano.

Povertà regale[modifica]

  • Irripetibile come il miracolo è ogni atto della creazione e non vi è un solo giorno che sia uguale al precedente, non un solo fiore, una sola foglia si ripetono mai nell'opera divina. (p. 47)
  • Laddove il matrimonio cristiano sia veramente vissuto dai coniugi come umile abbandono nella Sua unità restaurata sulla terra per grazia dei sacramenti, ogni amplesso sarà irripetibile come ogni giorno e come ogni miracolo divino. Proprio in tale irripetibilità, riconoscere ogni volta lo stesso viso della persona amata è gioia grande che il matrimonio riserva; ed è appunto questa gioia che ha da prendere forma e sostanza come creatura nuova, come volto e anima di vivente ad immagine e somiglianza di Dio. (p. 47)
  • Lo sguardo dell'uomo sul mondo è consapevolezza del Verbo divino: l'uomo sa che la pianta, il mare, i cieli, sono tutte note di un'unica melodia; l'uomo sa che pur essendo indefinito il numero delle creature, è uno e solo uno il senso del creato, una la Parola da cui muove, uno il fine a cui tende, una la preghiera del Figlio che tutto il cosmo riversa nel grembo del Padre: Adveniant Regnum tuum. E il Fiat lux che trasse dal nulla tutte le cose, quasi sepolto nelle creature, risorge e redime all'unità tutto il creato, nel Fiat voluntas tua della preghiera del Cristo e della Chiesa. (p. 52)
  • La sapienza di Giovanni è, in modo eminente, sapienza del Cuore di Gesù, sapienza eucaristica dell'ultima Cena, delle ore trascorse alla mensa del Suo Corpo e del Suo Sangue, quando il Maestro lo teneva appoggiato dolcemente al Suo petto; e in quell'abbandono Giovanni ascoltava i battiti dell'eternità sul cuore di Cristo, sentiva in quel Sangue la vita e il calore del Corpo di Lui e nella Sua Grazia la vita e il calore di tutta la Chiesa. (pp. 69-70)
  • Il segreto di un mondo migliore è appunto nel farci membra del Suo Corpo, caldo del sangue nella Sua Eucaristia, vivo dei palpiti del Suo Cuore, per la ricomposizione armoniosa di una santa aristocrazia dello spirito. (p. 75)

Bibliografia[modifica]

  • Attilio Mordini, Povertà regale, Edizioni Cantagalli, a cura di Maria Camici, Siena 2001.

Altri progetti[modifica]