Benjamin Graham

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Benjamin Graham (1894 – 1976), accademico e imprenditore statunitense.

The Intelligent Investor[modifica]

  • Le condizioni economiche possono cambiare, le aziende e le azioni possono cambiare, le istituzioni finanziarie e il quadro normativo possono cambiare, ma la natura umana rimane essenzialmente la stessa. Quindi la parte più difficile e più importante di un valido investimento dipende dal temperamento e dall'attitudine dell'investitore, e non è granché influenzata dal passare degli anni.
Though business conditions may change, corporations and securities may change, and financial institutions and regulations may change, human nature remains the same. Thus the important and difficult part of sound investment, which hinges upon the investor's own temperament and attitude, is not much affected by the passing years. (Introduction, p. XXIV)
  • L'investimento di successo diventa quindi un insieme di tecniche e di criteri che possono essere appresi, piuttosto che il prodotto di facoltà mentali uniche e incomunicabili.
Successful investment may become substantially a matter of techniques and criteria that are learnable, rather than the product of unique and incommunicable mental powers. (Introduction, p. XXV)
  • Per nove aziende su dieci il fattore della fluttuazione del prezzo è risultato più importante, riguardo all'investimento, del fattore della crescita o declino di lungo periodo.
In nine companies out of ten the factor of fluctuation has been a more dominant and important consideration in the matter of investment than has the factor of long-term growth or decline. (Introduction, p. XXVI)
  • L'esperienza degli ultimi cinquanta anni, e oltre, indica che una lista rappresentativa e diversificato di azioni ordinarie sarebbe stata più redditizia, in un congruo numero di anni, di un portafoglio obbligazionario, ad una importante condizione: che le azioni fossero acquistate a livelli di mercato ragionevoli, cioè, ragionevoli alla luce di standard ben definiti, derivati dall'esperienza passata.
The history of the past fifty years, and longer, indicates that a diversified holding of representative common stocks will prove more profitable over a stretch of years than a bond portfolio, with one important provisio—that the shares must be purchased at reasonable market levels, that is, levels that are reasonable in the light of fairly well-defined standards derived from past experience. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 7)
  • Le azioni possono essere dinamite.
Stocks can be dynamite. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 8)
  • L'autentico investitore in azioni ordinarie non ha bisogno di grandi quantità di cervello e conoscenza, ma piuttosto di qualità caratteriali fuori dal comune.
The genuine investor in common stocks does not need a great equipment of brain and knowledge, but he does need some unusual qualities of character. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 8)
  • Non è raro sbarcare a Wall Street con grandi energie, studio, e capacità personali finendo per realizzare perdite invece di profitti. Queste virtù, se mal indirizzate, diventano indistinguibili dai vizi.
It is no difficult trick to bring a great deal of energy, study, and native ability into Wall Street and to end up with losses instead of profits. These virtues, if channeled in the wrong directions, become indistinguishable from handicaps. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 11)
  • Il maggiore ostacolo risiede nel fatto, piuttosto persistente, che quando le prospettive di un'azienda sono chiaramente favorevoli, esse sono quasi sempre già riflesse nel prezzo dell'azione. Comprare questo tipo di titoli è come scommettere sul cavallo dato per favorito in una corsa. Le possibilità possono anche essere dalla tua parte, ma le reali probabilità sono senz'altro contro di te.
The chief obstacle to success lies in the stubborn fact that if the favorable prospects of a concern are clearly apparent they are almost always reflected already in the current price of the stock. Buying such an issue is like betting on a topheavy favorite in a horse race. The chances may be on your side, but the real odds are against you. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 14)
  • Si può definire assiomatico il fatto che è impossibile fare profitti a Wall Street facendo continuamente la cosa più ovvia o popolare.
You may take it as an axiom that you cannot profit in Wall Street by continuously doing the obvious or the popular thing. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 14)
  • I veri guadagni negli investimenti dovranno provenire—come è avvenuto nel passato— non dal comprare e vendere ma dal possedere e mantenere titoli, ricevendo interessi e dividendi, e beneficiando dell'aumento di valore nel lungo periodo. Quindi le maggiori energie e capacità degli azionisti-investitori dovrebbero essere dirette ad assicurarsi i migliori risultati operativi dalle loro aziende. Questo significa assicurarsi di avere management completamente onesti e competenti.
All the real money in investment will have to be made—as most of it has been in the past— not out of buying and selling but out of owning and holding securities, receiving interests and dividends therein, and benefiting from their long-term increases in value. Hence stockholder's major energies and wisdom as investors should be directed toward assuring themselves of the best operating results from their corporations. This in turn means assuring themselves of fully honest and competent managements. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 17)
  • Nulla in finanza è più sciocco e dannoso, a nostro avviso, della radicata attitudine degli investitori di azioni ordinarie riguardo la questione del management. Tale attitudine può riassumersi nella frase: "Se non approvi il management, vendi l'azione" [...] Sembra che i proprietari abbiano abdicato ad ogni pretesa di controllo sui custodi, stipendiati, delle loro proprietà.
Nothing in finance is more fatuous and harmful, in our opinion, than the firmly established attitude of common stock investors regarding questions of corporate management. That attitude is summed up in the phrase: "If you don't like the management, sell your stock." [...] The public owners seem to have abdicated all claim to control over the paid superintendents of their property. (Chapter I, What the Intelligent Investor Can Accomplish, p. 18)
  • L'investimento intelligente è più una questione di approccio mentale che di tecnica. Un valido approccio mentale verso le fluttuazioni del mercato è la condizione indispensabile per il successo negli investimenti, nelle condizioni attuali.
Intelligent investment is more a matter of mental approach than it is of technique. A sound mental approach toward stock fluctuations is the touchstone of all successful investment under present-day conditions. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 21)
  • L'investitore non è né abile né più ricco quando compra in un mercato in salita che continua a salire. Questo è vero anche quando, vendendo, realizza ottimi profitti, a meno che (a) non smette per sempre di comprare azioni—cosa improbabile— oppure (b) è determinato a reinvestire i proventi solo a livelli considerevolmente più bassi. In un programma continuo di investimento non si realizza alcun vero profitto di mercato fino a quando non si effettua il reinvestimento successivo, e la vera misura del profitto è data dalla differenza tra il livello di vendita e il nuovo livello di acquisto.
The investor is neither smart not richer when he buys in an advancing market and the market continues to rise. That is true even when he cashes in a goodly profit, unless either (a) he is definitely through with buying stocks—an unlikely story—or (b) he is determined to reinvest only at considerably lower levels. In a continuous program no market profit is fully realized until the later reinvestment has actually taken place, and the true measure of the trading profit is the difference between the previous selling level and the new buying level. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 24)
  • Nella maggior parte dei casi l'andamento favorevole del prezzo sarà accompagnato da un definito miglioramento degli utili medi, del dividendo, e dello stato patrimoniale. Quindi nel lungo periodo la valutazione del mercato e l'ordinaria valutazione aziendale di un impegno azionario di successo tendono ad essere identiche.
In most cases the favorable price performance will be accompanied by a well-defined improvement in the average earnings, in the dividend, and in the balance-sheet position. Thus in the long run the market test and the ordinary business test of a successful equity commitment tend to be largely identical. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 25)
  • Un declino del prezzo non riveste un'importanza reale per l'investitore in buona fede, a meno che non sia davvero sostanziale—diciamo, più del 50 per cento del costo—oppure rifletta un deterioramento reale nella posizione dell'azienda. In un mercato dell'orso ben definito molte buone azioni ordinarie si vendono temporaneamente a prezzi straordinariamente bassi. L'investitore potrebbe soffrire una perdita, sulla carta, del 50 per cento in alcune sue azioni, senza nessuna indicazione convincente che i valori sottostanti siano stati permanentemente intaccati.
A price decline is of no real importance to the bona fide investor unless it is either very substantial—say, more than a third from cost—or unless it reflects a known deterioration of consequence in the company's position. In a well-defined bear market many sound common stocks sell temporarily at extraordinary low prices. It is possible that the investor may then have a paper loss of fully 50 per cent on some of his holdings, without any convincing indication that the underlying values have been permanently affected. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 25)
  • Come può il tipico investitore avere successo cercando di comprare a bassi livelli del mercato e vendere ad alti livelli, piuttosto che cercando di prevedere come si muoverà il mercato? Perché nel primo caso agirà solo dopo che il mercato si è abbassato a livelli accettabili per gli acquisti o alzato a livelli di vendita. Quindi il suo ruolo non è quello di un profeta, ma piuttosto quello di un uomo d'affari alla ricerca di buone occasioni d'investimento. Non cercherà quindi di essere più furbo degli altri investitori, ma solo di essere meno irrazionale della massa di speculatori che insistono nell'acquistare dopo che il mercato è salito e vendere dopo che è sceso. Se il mercato persiste in comportamenti insensati, tutto ciò di cui ha bisogno è comune buon senso per sfruttare tale insensatezza.
Why could the typical investor expect any better success in trying to buy at low levels and sell at high levels than in trying to forecast what the market is going to do? Because if he does the former he acts only after the market has moved down into buying levels or up into selling levels. His role is not that of a prophet but of a businessman seizing clearly evident investment opportunities. He is not trying to be smarter than his fellow investors but simply trying to be less irrational than the mass of speculators who insist on buying after the market advances and selling after it goes down. If the market persists in behaving foolishly, all he seems to need is ordinary common sense in order to exploit its foolishness. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 31)
  • L'investitore ha diritto di aspettarsi buoni risultati dall'applicazione continua e coraggiosa del principio di acquistare dopo che il mercato è sceso sostanzialmente, per vendere dopo un rialzo spettacolare. Ma non può pretendere di ridurre questo principio ad una semplice formula matematica, che garantisca profitti e assenza di periodi di apprensione.
The investor has a right to expect good results to flow from a consistent and courageous application of the principle of buying after the market has declined substantially and selling after it has had a spectacular rise. But he cannot expect to reduce this principle to a simple and foolproof formula, with profits guaranteed and no anxious periods. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 33)
  • Il lettore può mettere alla prova la propria psicologia domandandosi, in retrospettiva, se vendere a 156 nel 1925 per riacquistare a 109 nel 1931 sia da considerarsi un'operazione soddisfacente. Se invece pensasse che l'investitore intelligente sarebbe stato in grado di vendere in prossimità del massimo a 381, per riacquistare vicini al minimo di 41, allora in fondo all'anima è uno speculatore, che avrà difficoltà a seguire i veri principi d'investimento mentre il mercato oscilla in alto e in basso.
The reader can test his own psychology by asking himself whether he would consider, in retrospect, the selling at 156 in 1925 and buying back at 109 in 1931 was a satisfactory operation. Some may think that an intelligent investor should have been able to sell out much closer to the high of 381 and to buy back nearer the low of 41. If that is your own view you are probably a speculator at heart and will have trouble keeping to true investment precepts while the market rushes up and down. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 34)
  • Vale la pena mettere in evidenza che, senza dubbio, meno di uno su 100 di coloro che rimasero nel mercato dopo il 1925 ne emersero con un profitto netto, e che le perdite speculative furono terrificanti.
It is worth pointing out that assuredly not more than one person out of a hundred who stayed in the market after after 1925 emerged from it with a net profit and that the speculative losses taken were appalling. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 34)
  • Per avere reali speranze di successo l'investitore che si cala nell'arena del mercato azionario deve dotarsi di un armamentario mentale che lo distingua come tipo—e non in un immaginario grado superiore—dal pubblico di operatori del mercato. Un'arma mentale può essere l'indifferenza alle fluttuazioni del mercato; tale investitore acquista con prudenza quando ha fondi disponibili, e poi lascia che i prezzi si aggiustino da soli. Ma se l'investitore intende acquistare e vendere spesso, le sue armi saranno un'impalcatura mentale e dei principi d'azione totalmente diversi da quelli dei tarders e speculatori. Dovrà occuparsi del valore, e non dei movimenti di prezzo. Dovrà essere relativamente immune all'ottimismo come al pessimismo, e impermeabile alle previsioni economiche e del mercato. In una parola, dovrà essere psicologicamente preparato ad essere un vero investitore, e non uno speculatore mascherato da investitore. Se riuscirà a fare tutto questo, entrerà a far parte di un gruppo specializzato e fortemente disciplinato, uscendo dal pubblico di operatori del mercato.
The investor cannot enter the arena of the stock market with any real hope of success unless he is armed with mental weapons that distinguish him in kind—not in a fancied superior degree—from the trading public. One possible weapon is indifference to market fluctuations; such an investor buys carefully when he has money to place and then lets prices take care of themselves. But, if the investor intends to buy and sell recurrently, his weapons must be a frame of mind and a principle of action which are basically different from those of the trader and speculator. He must deal in values, not in price movements. He must be relatively immune to optimism or pessimism and impervious to business or stock-market forecasts. In a word, he must be psychologically prepared to be a true investor and not a speculator masquerading as an investor. If he can meet this test, he will be a member not of the public al large but of a specialized and self-disciplined group. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 34)
  • Nei casi in cui l'investitore ha venduto in un mercato crescente, appena il livello del precedente mercato del toro è stato raggiunto, ha avuto la possibilità di riacquistare nel successivo mercato dell'orso ad un terzo (e anche meno) al disotto del prezzo di vendita.
Whenever the investor sold out in an upswing as soon as the top level of the previous well-recognized bull market was reached, he had a chance in the next bear market to buy back at one third (or better) below his selling price. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 35)
  • Il grafico mostra un'ascesa e un tremendo declino che spiccano rispetto a tutte le altre fluttuazioni. Tale periodo è comunemente definito la "nuova era" del 1927-33. La cosa evidente di questo fenomeno fu che la nuova era esisteva soltanto nella mente degli speculatori. L'intero episodio, in retrospettiva, sembra oggi una di quelle rare manifestazioni di follia finanziaria di massa che si studiano nei libri di scuola tipo la "Bolla dei Mari del Sud" o la "Bolla del Missisippi".
The graph does show one tremendous rise and collapse which stands out starkly from all the other fluctuations. This is commonly called the "new era" stock market of 1927-33. The striking feature of this phenomenon was that the new era existed solely in the minds of market speculators. The whole episode, in retrospect, now seems to have been one of those rare manifestations of mass financial madness which we used to study in our history books under the titles of "the South Sea Bubble", "the Missisippi Bubble" and so on. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 36)
  • L'esperienza passata sembra avere grande valore e validità quando si considera il mercato azionario. Le buone regole di una volta sembrano buone ancora oggi. È possibile, naturalmente, che la continuità di comportamento del mercato un giorno cesserà—forse domani—e l'esperienza passata si dimostrerà un ostacolo per capire le nuove condizioni, come sembrava un ostacolo per molti mesi nel 1927-29. Ma non è parte di un comportamento intelligente correre il piccolo rischio di sbagliare seguendo i buoni principi di una volta, piuttosto che correre il ben più grande rischio ignorando l'esperienza passata?
Past experience appears to have particular validity and value in dealing with the stock market. The good old rules all seem to be good still. It is conceivable, of course, that the continuity of the market may end someday—perhaps tomorrow—and past experience may really prove an handicap in meeting the new conditions, as it appeared to be a handicap for a great many months in 1927-29. But is it not the part of intelligence to run the small risk of being wrong by sticking to the old principles, rather than to run the big risk of being wrong by breaking away from past experience? (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 36)
  • I titoli a buon mercato possono essere individuati, tramite l'analisi dei titoli, praticamente sempre. Si possono acquistare con buoni risultati complessivi in ogni momento, eccetto quando il mercato in generale è chiaramente su livelli di vendita. Tali titoli sono più numerosi negli anni in cui il mercato rimane entro limiti contenuti e in area neutrale.
Individual security bargains may be located by the process of security analysis practically at any time. They can be bought with good overall results at all periods except when the general market itself is clearly in a selling range for investors. They show up to best advantage during the years in which the market remains in a relatively narrow and neutral area. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 37)
  • L'acquisto di un titolo a buon mercato presuppone che la valutazione attuale del mercato sia sbagliata, o quantomeno che l'idea del valore che si è fatta l'acquirente è più corretta di quella del mercato. Per alcuni questo può sembrare arrogante o temerario.
The purchase of a bargain issue presupposes that the market's current appraisal is wrong, or at least that the buyer's idea of value is more likely to be right than the market's. In this process the investor sets his judgement against that of the market. To some this may seem arrogant or foolhardy. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 38)
  • Nel caso del tipico titolo sottovalutato, la sua recente azione nel mercato non è stata incoraggiante; il titolo è impopolare tra i tarders e tra gli esperti di analisi tecnica, oltre ad essere relativamente sconosciuto o negletto. Non c'è ragione al mondo per aspettarsi che il suo prezzo aumenti prontamente dopo che l'investitore ha deciso di acquistarlo. In realtà ci ci potrebbe chiedere se, visto che il mercato sottovaluta il titolo al momento dell'acquisto, tale sottovalutazione non potrebbe continuare indefinitamente, e anzi perfino aumentare? Non c'è alcuna ragione teorica per cui questo spiacevole risultato potrebbe essere escluso. Il conforto e l'incoraggiamento per l'investitore intelligente sono da ricercarsi nell'esperienza pratica. Nel lungo periodo, infatti, i titoli tendono a raggiungere e vendersi a prezzi non molto diversi dal loro valore indicato. Questa affermazione è indefinita riguardo al tempo; in alcuni casi il momento viene posticipato per molti anni. Ma l'investitore dovrebbe basare le sue azioni non sulle eccezioni ma sull'esperienza media. I nostri studi indicano che l'intervallo richiesto per correggere una sostanziale sottovalutazione oscillano in media tra 1½ e 2½.
In the case of the typical undervalued issue, the previous market action has not been encouraging; the issue is unpopular with stock traders and technical experts and is relatively unknown or neglected. There is no reason at all to expect that it's price will advance promptly after the investor decides to buy it. In fact, one may wonder why, if the market undervalues the issue at the time he purchases, it should not continue indefinitely to do so and perhaps even increase the measure of undervaluation. There is no theoretical reason why these unpalatable results could not occur. The comfort and encouragement to the intelligent investor are to be found in practical experience. In the long run, securities tend to reach and sell at a price level not disproportionate to their indicated value. This statement is indefinite as to time; in some cases the day of vindication has actually been deferred for many years. But the investor should base his policy on average experience rather than on exceptions. Our own records indicate that the interval required for a substantial undervaluation to correct itself averages approximately 1½ to 2½ years. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 38)
  • Se General Motors vale $60 per azione per un investitore ciò deve essere perché l'intera proprietà azionaria di questa gigantesca azienda vale 43 milioni (di azioni) moltiplicato $60, pari a $2.600 milioni.
If General Motors is worth $60 a share to an investor it must be because the full common-stock ownership of this gigantic enterprise as a whole is worth 43 million (shares) times $60, or no less than $2,600 million. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 39)
  • Cosa possedeva l'azionista individuale che nel marzo 1938 deteneva 10, 100 o 1.000 azioni di Great Atltantic & Pacific? Aveva una piccola frazione dell'intera azienda, proprio come la famiglia Hartford ne aveva una grande? Oppure soltanto un certificato azionario che gli dava diritto a ricevere un dividendo se e quando fosse stato dichiarato, e a ricevere il prezzo quotato qualora avesse deciso di vendere? Un altro modo di formulare questa domanda essenziale è: l'investitore che ha acquistato l'azione A. & P. a 80, sta davvero perdendo dei soldi quando il prezzo crolla a 36? È diventato veramente più povero di prima? La risposta corretta a questa domanda è la chiave per risolvere il più ampio problema di come l'investitore debba rapportarsi rispetto alle fluttuazioni del mercato. Per come la vediamo noi, l'investitore-azionista occupa una posizione intermedia, o di compromesso, tra il vero possesso di un'azienda e il mero possesso di un certificato azionario. Senza dubbio manca di importanti poteri di controllo inerenti al possesso individuale o di gruppo di un'azienda. Ma in questo caso è nella stessa posizione di un socio di minoranza di un'azienda privata, quando questi non si trova nel gruppo di controllo. Ma possiede anche un enorme vantaggio rispetto al socio di minoranza, nel fatto che può vendere le proprie azioni in ogni momento, al prezzo quotato dal mercato.
What, then did the individual holder of 10 or 100 or 1,000 shares of Great Atlantic & Pacific really owned in March, 1938? Did he own a small fraction of the entire enterprise, just as the Hartford family owned a large fraction? Or did he own primarily a stock certificate entitling him only to receive dividends when and if declared and to receive the quoted market price when he sold out? Another way to put this vital question is as follows: Did the investor who bought A. & P. stock at 80 really lose money when it's price dropped to 36? Was he definitely poorer than before? The correct answer to this question is the key to the broader problem of the investor's relationship to the price fluctuation of his common stocks. As we see it, the investor-stockholder occupies a middle or compromise position between true ownership of a business and mere ownership of a stock certificate. He undoubtedly lacks some important powers of control which inhere in individual or partnership-group possession of the enterprise. But in this respect he is in a position no different from that of a minority holder of shares in a private business, when such holder is not part of the controlling group. But he also has what is in truth a tremendous advantage over such a minority holder, in that he can sell his own shares any time he wants to at their market price. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 40)
  • Il vero investitore non ha mai, o quasi, la necessità di vendere le proprie azioni, e può ignorare le quotazioni di mercato. Deve considerarle, ed agire a causa di esse, solo nella misura in cui egli lo desideri. Quindi l'investitore che si preoccupa o che fugge in preda al panico a causa del declino del mercato sta trasformando perversamente un suo basilare vantaggio in uno svantaggio. Sarebbe meglio che le sue azioni non avessero alcuna quotazione di mercato, perché così gli sarebbe risparmiato il tormento mentale causatogli dall'errore di giudizio di altri.
The true investor scarcely ever has to sell his shares, and at all other times he is free di disregard the current price quotation. He need pay attention to it and act upon it only to the extent that it suits his book, and no more. Thus the investor who permits himself to be stampeded or unduly worried by unjustified market declines in his holdings is perversely transforming his basic advantage into a basic disadvantage. That man would be better off if his stocks had no market quotation at all, for he would then be spared the mental anguish caused him by other persons' mistakes of judgement. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 40)
  • L'investitore ha il beneficio della quotidiana valutazione dei suoi titoli, per quello che tale valutazione può valere, e, poi, l'investitore può aumentare o diminuire i suoi investimenti al prezzo del giorno—se decide di farlo. Quindi l'esistenza di un mercato fornisce l'investitore di alcune possibilità che non avrebbe nel caso di titoli non quotati. Ma il mercato non impone la quotazione corrente ad un investitore che preferisce formarsi la propria idea di valore con qualche altra fonte.
The investor has the benefit of the stock market's daily and changing appraisal of his holdings, for whatever that appraisal may be worth, and, second, that the investor is able to increase or decrease his investment at the market's daily figure—if he chooses. Thus the existence of a quoted market gives the investor certain options which he does not have if his security is unquoted. But it does not impose the current quotation on an investor who prefers to take his idea of value from some other source. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 41)
  • Sostanzialmente le fluttuazioni del prezzo hanno un solo significato per il vero investitore. Gli forniscono l'opportunità di acquistare con giudizio quando i prezzi diminuiscono drasticamente, e di vendere saggiamente quando essi avanzano molto. Negli altri periodi sarebbe meglio che si dimenticasse del mercato e prestasse attenzione ai dividendi e ai risultati operativi delle proprie aziende.
Basically, price fluctuations have only one significant meaning for the true investor. They provide him with an opportunity to buy wisely when prices fall sharply and to sell wisely when they advance a great deal. At other times he will do better if he forgets about the stock market and pays attention to his dividend returns and to the operating results of his companies. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 42)
  • L'interesse primario dell'investitore consiste nell'acquistare e detenere titoli adeguati a prezzi adeguati.
The investor's primary interest lies in acquiring and holding suitable securities at suitable prices. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 43)
  • L'investitore non sbaglierebbe di molto se il suo motto fosse semplicemente: "Mai acquistare un'azione dopo un sostanziale rialzo, o vendere dopo un sostanziale ribasso".
The investor would not be far wrong if this motto read more simply: "Never buy a stock immediately after a substantial rise or sell one immediately after a substantial drop". (Chapter II, 'The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 43)
  • I buoni management producono un buon prezzo medio di mercato, e i cattivi management producono cattivi prezzi di mercato.
Good managements produce a good average market price, and bad managements produce bad market prices. (Chapter II, The Investor and Stock-Market Fluctuations, p. 44)
  • Se assumiamo che vi sia un risultato standard o normale ottenibile dall'investimento in titoli, allora il ruolo del consulente può essere meglio definito. Egli userà la propria abilità ed esperienza per proteggere il cliente da possibili errori e per assicurargli i risultati cui i soldi investiti danno diritto
If we assume that there are normal or standard income results to be obtained from investing money in securities, then the role of the adviser can be more readily established. He will use his superior training and experience to protect his clients against mistakes and to make sure that they obtain the results to which their money is entitled. (Chapter III, The Investor and His Advisers, p. 45)
  • Relativamente ai risultati standard o normali citati prima, possiamo fare alcune considerazioni di buon senso. La nostra tesi è la seguente: se l'investitore si affida sostanzialmente ai suggerimenti altrui per gestire i propri fondi, allora (a) deve limitare egli stesso e i propri consulenti a forme di investimento standard, conservative e finanche prive di fantasia. Oppure (b) deve avere una conoscenza intima e favorevole della persona che convoglierà i suoi fondi in altre direzioni; perché solo fino a che l'investitore accumula conoscenze e competenze, e quindi diventa qualificato ad esprimere giudizi indipendenti sui consigli altrui, può recepire suggerimenti meno convenzionali dai propri consulenti.
Certain common-sense consideration relate to the criterion of normal or standard results mentioned above. Our basic thesis is this: If the investor is to rely chiefly on the advice of others in handling his funds, then either (a) he must limit himself and his advisers strictly to standard, conservative, and even un imaginative forms of investment or (b) he must have an unusually intimate and favorable knowledge of the person who is going to direct his funds into other channels; for only to the extent that the investor himself grows in knowledge and competence and therefore becomes qualified to pass independent judgement on the recommendations of others can he be receptive to less conventional suggestions from his advisers. (Chapter III, The Investor and His Advisers, p. 46)
  • Quasi tutti coloro interessati in azioni ordinarie vogliono sentirsi dire da qualcun altro cosa farà il mercato. Visto che la domanda è presente, ci sarà anche l'offerta.
Nearly everyone interested in common stocks wants to be told by someone else what he thinks the market is going to do. The demand being there, it must be supplied. (Chapter III, The Investor and His Advisers, p. 48)
  • Per l'investitore, il valore dell'analista di titoli dipende in larga misura dalla propria attitudine. Se l'investitore chiede all'analista le giuste domande, probabilmente otterrà le giuste risposte—o almeno utili.
The value of the security analyst to the investor depends largely on the investor's own attitude. If the investor asks the analyst the right questions, he is likely to get the right—or at least valuable— answers. (Chapter III, The Investor and His Advisers, p. 51)
  • I buoni manager ricevono raramente compensi troppo alti e tali da condizionare negativamente la posizione degli azionisti. I cattivi manager ricevono sempre compensi troppo alti, perché il loro contributo agli azionisti è nullo.
Good management are rarely overcompensated to an extent that makes any significant difference with respect to the stockholder's position. Poor management are always overcompensated, because they are worth less than nothing to the owners. (Chapter XIV, Stockholders and Managements, p. 209)

Bibliografia[modifica]

  • Benjamin Graham, The Intelligent Investor: The Classic Text on Value Investing, HarperBusiness, New York, 1949. ISBN 978-0060752613

Altri progetti[modifica]