BioShock Infinite

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Bioshock Infinite)
Jump to navigation Jump to search

BioShock Infinite

Titolo originale

BioShock Infinite

Ideazione Ken Levine
Sviluppo Irrational Games
Pubblicazione 2K Games
Anno 2013
Genere sparatutto in prima persona
Tema fantascienza, steampunk, ucronico
Piattaforma PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows, Mac OS X, Linux
Serie BioShock
Preceduto da BioShock 2

Bioshock Infinite, videogioco del 2013.

Frasi[modifica]

  • Perché avrebbe dovuto mandare il suo salvatore a noi, se non abbiamo mosso un dito per la nostra stessa salvezza? E sebbene non abbiamo meritato la sua misericordia, egli ci ha condotto a questo Nuovo Eden, l'ultima possibilità di redenzione. E il Profeta condurrà il popolo al Nuovo Eden. (Centro di accoglienza)
Why would he send his savior unto us, if we will not raise a finger for our own salvation? And though we deserved not his mercy, he has led us to this New Eden, a last chance for redemption. And the Prophet shall lead the people to the New Eden.
  • Ama il Profeta, perché lui ama il peccatore. Ama il peccatore, perché sei tu. Senza il peccatore, che bisogno c'è di un redentore? Senza peccato, qual è la grazia del perdono? (Lady Comstock) [al voxafono]
  • E ogni anno, in questa occasione, rinnoviamo il nostro impegno verso la città e il nostro profeta, padre Comstock. Rinnoviamo il nostro impegno col sacrificio e rendendo grazie, e immergendoci nelle acque del battesimo. E mirate, se il profeta avesse abbattuto i nostri nemici a Wounded Knee e non si fosse scagliato contro la Sodoma sotto di noi, sarebbe bastato. Se il profeta si fosse scagliato contro la Sodoma sotto di noi, senza accettare i tre doni dorati dei Fondatori, sarebbe bastato. Se il profeta avesse solo accettato i tre doni dorati dei Fondatori e non avesse pregato per la nostra assoluzione, sarebbe bastato. Se il profeta avesse solo pregato per la nostra assoluzione e non ci avesse condotto a questo nuovo Eden, sarebbe bastato. Se il profeta ci avesse solo condotto al nuovo Eden e non avesse cacciato le vipere dell'Oriente, sarebbe bastato. Se il profeta avesse solo cacciato le vipere dell'Oriente, ma non avesse subito il sacrificio dell'amata, sarebbe bastato. Se il profeta avesse solo subito il sacrificio dell'amata, ma non avesse espulso il Vox Populi, sarebbe bastato. (Predicatore Witting)
  • Quell'idiota di un prete deve imparare la differenza tra battezzare un uomo e annegarlo. (Booker) [dopo essere stato battezzato]
  • Il Profeta riempe i nostri polmoni d'acqua, affinché amino di più l'aria. (Pellegrino)
  • Solo perché una città voli non significa che sia priva di idioti. (Booker)
  • Pff... mai assumere un artista caro mio, sono capricciosi ed inaffidabili, dal primo all'ultimo... Gli ho detto il parco è troppo in ritardo, l'allestimento dei giardini è a metà, il santuario non è arrivato e la fontana è piena di acqua piovana, per l'amor di Dio, nemmeno le calendole sono state piantate. Tutto lavoro che doveva essere fatto mesi fa'. Sai che cosa mi ha risposto? Che era "stanco". Che il lavoro l'aveva completamente svuotato. Ho detto 'Buon Dio', non parlarmi di dettagli! Finisci il tuo lavoro! (Civile uomo)
  • Una garanzia? E chi ha tempo per quelle scartoffie. (Distributore automatico)
  • A che serve la concorrenza quando si ha la qualità!. (Distributore automatico)
  • Comstock passò, prese il carro all'alba, era trasfigurato dai miei scalpi, mi chiese di quelli bianchi, risposi: Be' signore, se la preda vive nella giungla e si accoppia coi colori locali perché andare per il sottile?' Nessuna risata; o non ha mai visto nessuno assumere i costumi locali, o ne ha visti troppi! Comunque sia mi ha incaricato di cacciare Daisy Fitzroy, spero non si aspetti che gliela impagli. [ride] (Preston E. Downs) [al voxafono]
  • Dolce Madre di Columbia, perché adoriamo tre simboli in tua memoria? ...adoriamo la spada affinché possiamo vendicarti, adoriamo il corvo affinché possiamo ricoprire gli occhi la città, adoriamo la bara perché simbolizza il peso del nostro fallimento. (Primo Zelota) [al voxafono]
  • Il Signore perdona tutto. Ma io sono solo un Profeta... non sono obbligato. Amen. (Comstock)
  • Un bovino non può diventare un leone. E perché dovrebbe volerlo? Chi vuole tutte quelle responsabilità e problemi? Fate il vostro lavoro, mangiate, andate a dormire. La semplicità è bellezza. (Propaganda di Finkton)
  • Qual è la creatura più ammirabile sulla Terra di Dio? È l'ape! Avete mai visto un'ape in vacanza? Avete mai visto un'ape prendersi un giorno di malattia? Beh. Amici miei... la risposta è no! Così vi dico: siate api! siate api!! (Fink)
  • Gioite, perché la morte non ha pungiglione. (Patriota motorizzato)
Rejoice, for death has no sting
  • Una città in fondo all'oceano? Ridicolo. (Booker DeWitt) [riferito a Rapture]

Dialoghi[modifica]

  • Elizabeth: Booker... hai paura di Dio?
    Booker DeWitt: No, ma ho paura di te.
  • Gentiluomo: Hai intenzione di rimanere seduta?
    Una signora: L'alternativa qual è? In piedi?
    Gentiluomo: No, l'alternativa è remare.
    Una signora: Remare? non ci penso nemmeno.
    Gentiluomo: Quindi ti aspetti che faccia tutto io?
    Brooker: Questo cos'è? [gli passano una scatola in legno che inizia ad aprire]
    Una signora: No, mi aspetto solo che remi sempre tu.
    Gentiluomo: E perché mai?
    Una signora: È stata un'idea tua.
    Gentiluomo: Un'idea mia?
    Una signora: Sono stata chiara, sul fatto che non credo nell'esercizio.
    Gentiluomo: Remare?
    Una signora: No. Anche se credo sia un buon esercizio.
    Gentiluomo: Allora cosa?
    Una signora: L'esperimento sul pensiero.
    Booker: Scusate. Manca ancora molto?
    Gentiluomo: Uno partecipa a un esperimento sapendo di poter fallire.
    Una signora: Ma uno non prende parte a un esperimento sapendo di aver fallito.
    Gentiluomo: Possiamo tornare a remare?
    Booker: Andrà bene! [impugnando la pistola dentro la scatola]
    Una signora: Ti suggerisco di farlo o non arriveremo mai.
    Gentiluomo: No, intendevo che apprezzerei molto se tu mi aiutassi.
    Una signora: Perché non lo chiedi a lui? Immagino che gli interessi più che a me, arrivare a destinazione.
    Gentiluomo: Suppongo di sì, ma non ha senso chiederglielo!
    Una signora: Perché?
    Gentiluomo: Perché lui non rema!
    Una signora: Lui non rema?
    Gentiluomo: No, lui non rema.
    Una signora: Ah, capisco che vuoi dire.
    Una signora: Siamo arrivati
  • Booker: Perché mi state seguendo?
    Una signora: Eravamo già qui!
    Un gentiluomo: Perché tu segui noi?
    Booker: Io...
    Una signora: Aperitivo?
    [il dialogo prosegue se si spara ad uno dei due personaggi]
    Una signora: Mancata!
    Un gentiluomo: Vedrai che andare avanti sarà già abbastanza duro senza sprecare gli amici.
    Una signora: O le munizioni!
    [il dialogo prosegue se si spara ad uno dei due personaggi]
    Booker: Cos'è stato? [dopo aver bevuto una bibita]
    Una signora: Sorprendente!
    Un gentiluomo: Sorpresa che funzioni?
    Una signora: Sorpresa che non l'abbia ucciso.
    Un gentiluomo: Ma un campo magnetico repulsivo attorno al corpo può essere utile.
    Una signora: Se non ti uccide.
    Un gentiluomo: Hai ragione!
  • Elizabeth: Guarda là. Migliaia di porte che si aprono insieme. Mio Dio, che bellezza!
    Booker: Cosa le stelle?
  • Elizabeth: Vedi? Non sono stelle, ma porte.
    Booker: Porte per...
    Elizabeth: Ovunque, non resta che scegliere.
    Booker: Cosa sono tutti questi fari? Perché siamo... Chi sono...?
    Elizabeth: Sono un miliardo di mondi. Tutti diversi, eppure così simili. Costanti e variabili.
    Booker: Cosa?
    Elizabeth: C'è sempre un faro. C'è sempre un uomo. C'è sempre una città.
  • Elizabeth: Guarda.
    Booker: Siamo noi!
    Elizabeth: Non proprio. Nuotiamo in oceani diversi, ma arriviamo sulla stessa spiaggia. Comincia tutto con un faro.
    Booker: Non capisco.
    Elizabeth: Non ce n'è bisogno, succederà comunque.
    Booker: Perché?
    Elizabeth: Perché è così. Perché l'ha già fatto. Perché lo farà.
    Booker: Ci sono così tante scelte.
    Elizabeth: Conducono tutte allo stesso posto... dov'è iniziato.
    Booker: Nessuno mi dice dove andare.
    Elizabeth: Booker... Ci sei già stato.
  • Booker: Cosa ci facciamo qui? Comstock è morto. Possiamo... proseguire con le nostre vite, non hai bisogno di...
    Elizabeth: Morto? Vuoi dire come Chen Lin? Come Lady Comstock? No. È vivo e in un miliardo di mondi. Non è finita perché il profeta è morto. Sarà finita solo quando non avrà mai vissuto per niente.

Explicit[modifica]

Elizabeth: Booker, sei sicuro che sia questo che vuoi?
Booker: Devo... È l'unico modo per annullare quello che ti ho fatto. [apre la porta del faro e torna al luogo dove era quasi stato battezzato]
Predicatore Witting: Booker DeWitt, sei pronto a rinascere?
Booker: Cos'è questo? Perché siamo tornati qui?
Elizabeth: Questo non è lo stesso posto Booker.
Booker: Ma certo che si, mi ricordo... Aspetta. Non... Non sei... Chi sei tu? [altre versioni di Elizabeth in universi paralleli entrano nella visuale di gioco]
Elizabeth: Hai scelto di andartene. Ma in altri oceani non l'hai fatto. Sei stato battezzato. E sei rinato come un uomo diverso.
Booker: Comstock.
Elizabeth: Deve finire tutto. Per non essere mai iniziato. Non solo in questo mondo, ma in tutti i nostri.
Booker: Soffocarlo nella culla.
Elizabeth: Soffocarlo... Soffocarlo... Soffocarlo... Soffocarlo... Prima che faccia la scelta. Prima che tu rinasca.
Predicatore Witting: E che nome hai intenzione di prendere, figliolo?
Elizabeth 2: È Zachary Comstock.
Elizabeth 3: È Booker DeWitt.
Booker: No... Sono entrambi.

Altri progetti[modifica]