Chinua Achebe

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Chinua Achebe, 2008

Albert Chinualumogu Achebe, detto Chinua (1930 – 2013), scrittore, saggista, critico letterario e poeta nigeriano.

Il crollo[modifica]

  • Fra gli Ibo c'è un proverbio, un uomo che non sa dire dove la pioggia lo ha colpito non sa neppure dove il suo corpo si è asciugato. Lo scrittore deve dire alla gente dove la pioggia lo ha colpito.[1]
  • L'uomo bianco è molto astuto... Ha conficcato un coltello sulle cose che ci tengono uniti e noi siamo crollati.[2]
  • L'uomo bianco è venuto con una religione dissennata... Ora ha conquistato i nostri fratelli e il clan non agisce più come un blocco unito. Ho paura per noi.[3]

Incipit di Freccia di Dio[modifica]

Era il terzo crepuscolo da quando aveva incominciato a cerare nel cielo tracce della luna nuova.[4]

Note[modifica]

  1. Da Il crollo.
  2. Citato in AA.VV., Il libro della letteratura, traduzione di Daniele Ballarini, Gribaudo, 2019, p. 267. ISBN 9788858024416
  3. Citato in AA.VV., Il libro della letteratura, traduzione di Daniele Ballarini, Gribaudo, 2019, p. 269. ISBN 9788858024416
  4. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

Atri progetti[modifica]

Opere[modifica]