Ciro di Pers

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Al 2014, le opere di un autore italiano morto prima del 1944 sono di pubblico dominio in Italia PD

Ciro di Pers (1599 – 1663), poeta italiano.

  • Con l'ombra sua del sole i giri immensi | misura un lieve stile al sole esposto; | e ben di questo di', che muor sì tosto, | l'ore con l'ombra misurar conviensi. (da Orologio da sole)
  • Corsi a mirarla, e di stupor ripieno: | – Donna non è costei – fra me dicea, – | ché raggio splende in lei piú che terreno, | ma la nunzia del Sol, candida dea. (da La veste bianca)
  • Languidi raggi e scoloriti fiori | entro 'l bel volto tuo scorgo, Nicea; | e pur quivi il mio sen, come solea, | s'arricchisce di gioie e di dolori. (Sopravvivenza dell'amore alla bellezza; citato in I capolavori della poesia italiana, a cura di Guido Davico Bonino, CDE, 1972)
  • Sempre per me tu sarai bella, ed io | sempre amante per te: non è mortale, | non ha mortale oggetto il mio desio. (da Sopravvivenza dell'amore alla bellezza)

Altri progetti[modifica]