Cristiano Banti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Banti: Galileo Galilei davanti al tribunale dell'Inquisizione (1857)

Cristiano Banti (1824 – 1904), pittore italiano.

Citazioni su Cristiano Banti[modifica]

  • Fu uno dei primi ad unirsi al movimento di rinascenza[1], e non è tra i meno noti nel mondo; pure la sua non è la notorietà somma, e non è per deficienza di merito, ma per naturale disprezzo di quelle lodi, che a lui non davano intimo godimento. Esponeva poco, lavorava molto, ma per sé stesso. Il Signorini scriveva: «Il suo nome è tanto lontano dalla celebrità, quanto è lontano dalla mediocrità» e con queste parole ha definito il carattere di Cristiano Banti. (Anna Franchi)
  • Nonostante questa sua riserva ad esporre [i suoi quadri], alcune opere di lui sono note, e bastano a poterlo giudicare come artista di grande merito; l'intima ricerca del chiaroscuro, del rapporto, lo studio profondo per trovare il lato gentile di un soggetto, le intonazioni calde e vaporose, il disegno perfetto, la forma accurata, risultano nei suoi dipinti. (Anna Franchi)
  • Vi fu un tempo in cui scrissi: Esser celebri vuol dire essere mediocri; oggi ripeto volentieri questa sentenza, perché il caso me ne offre l'occasione. [...].
    Uno degli artisti italiani veramente primarî e al tempo medesimo uno dei meno noti, è il pittore Cristiano Banti. Il suo nome è tanto lontano dalla celebrità, quanto è lontano dalla mediocrità il suo ingegno. Egli corse pericolo di diventare celebre nel principio della sua carriera con un quadro rappresentante Galileo Galilei davanti al tribunale dell'Inquisizione. La comparsa di questo lavoro volgare e declamatorio commosse i retori, fino al punto da non saper più a quali termini far ricorso per portare alle stelle quel miracolo dell'arte, promettente uno di quei rari genî per i quali ogni parola è poco. Il Banti, invece, dichiarava più tardi che con quel quadro aveva disonorato l'arte senza saperlo; e con questa dichiarazione onesta egli si chiudeva la via alla celebrità, che tanto facilmente e largamente si era aperta con quel lavoro. (Adriano Cecioni)

Note[modifica]

  1. Al gruppo dei macchiaioli.

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]