Daniel Kehlmann

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Daniel Kehlmann

Daniel Kehlmann (1975 – vivente), scrittore austriaco.

Fama[modifica]

  • Nel taxi che la porta all'aeroporto, mentre i palazzi le scorrono di fianco e il sole che sorge gioca sui tetti, ci riprova. Non c'è proprio nessuna possibilità? mi chiede. È pur sempre tutto nelle tue mani. Lasciami vivere!
    Non è possibile, rispondo irritato. Rosalie, quello che ti sta succedendo è il tuo fine. È per questo che ti ho inventata. In teoria forse potrei intervenire, ma allora non avrebbe più senso! E proprio per questo non posso. [...]
    Non sono cose paragonabili. Tu sei una mia invenzione e io esisto...
    Cosa?
    Io esisto davvero!
    Ah sì? (p. 50)
  • E lì, in quel momento, nella mia stanza buia, ho un'idea puro acciaio. Se uno bazzica tanto internet come me, sa che... come posso dire? Sa che la realtà non è tutto. Che ci sono spazi in cui non si entra con il corpo. Solo nei pensieri, però esistono. Incontrare Lara Gaspard. Era possibile! Appunto in una story. (p. 108)
  • "Sapevo che me l'avresti fatto. Lo sapevo che sarei finita in una delle tue storie! Era proprio quello che non volevo!
    "Noi siamo sempre dentro delle storie." Aspirò dalla sigaretta, che si accese di rosso, poi la abbassò e soffiò il fumo nell'aria calda. "Storie dentro storie dentro storie. Non si sa mai dove finisce una e inizia l'altra. Nella realtà sono tutte intrecciate. Solo nei libri la separazione è netta." (p. 150)

Bibliografia[modifica]

  • Daniel Kehlmann, Fama. Romanzo in nove storie (Ruhm. Ein Roman in neun Geschichten), traduzione di Paola Olivieri, Feltrinelli, Milano, 2010. ISBN 9788807018077

Altri progetti[modifica]