Discussione:Vertigine

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

"La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare"

Sono sicura di aver sentito da qualcuno che questa frase non è stata "ideata" da Jovanotti, ma che è una citazione di un qualche scrittore/poeta, mi sto sbagliando io?Il precedente commento non firmato è stato inserito da 79.9.45.59 (discussioni · contributi), in data 02:07, 15 nov 2007.
P.S. Ho controllato, sembra che l'autore sia Kundera, e che venga dal libro "L'insostenibile leggerezza dell'essere"Il precedente commento non firmato è stato inserito da 79.9.45.59 (discussioni · contributi), in data 03:42, 15 nov 2007.

Ho controllato io stesso, mi dispiace ma ti sbagli, non c'è assolutamente nel libro. Ti dirò di più, Kundera sostiene tutto il contrario, e cioè che La vertigine è la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, è il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura. --DD 12:22, 15 nov 2007 (CET)
Può darsi che Jovanotti abbia citato qualcun altro (non Kundera, evidentemente), però non sarebbe comunque una citazione errata; semmai bisognerebbe aggiungere questa informazione, anche nella voce del primo autore. Se scopri qualcosa diccelo, o meglio scrivilo direttamente nelle voci. Nemo 10:08, 18 nov 2007 (CET)

a me hanno detto che è una citazione del quartiere di pratolini, ma non l'ho mai letto e non sono sicura. quando ho letto kundera mi è venuto in mente jovanotti, ed effettivamente si può interpretare, alla fine in un certo senso anche cadere è volare, ed è possibile che jovanotti l'abbia interpretato così.Il precedente commento non firmato è stato inserito da 213.140.11.128 (discussioni · contributi), in data 22:15, 23 gen 2009.

Beh, cadere e volare, dal "punto di vista" della forza di gravità, sono due cose ben diverse... Cmq nessun risultato ne Il quartiere. DOPPIA•DI 12:04, 24 gen 2009 (CET)
Sono due cose diverse dal punto di vista della gravità ma non sono poi così distanti se ci pensi....l'uomo cade perchè non sa volare ma è irresistibilmente attratto dall'idea di farlo....anche a me la canzone aveva ricordato qualcosa ma non capivo cosa...ora me l'avete fatto notare voi: Kundera! L'uomo ha voglia di volare ma non potendolo fare soffre di vertigine perchè se ciò non succedesse sarebbe la sua morte....Il precedente commento non firmato è stato inserito da 151.49.221.164 (discussioni · contributi), in data 22:28, 11 giu 2009.

Invece hai proprio ragione: è una frase de "L'insostenibile leggerezza dell'essere". Chi ti critica dovrebbe andare a leggersi il libro, invece di condurre ricerche sommarie su internet. Tra "Amor c'ha nullo amato amar perdona" e "La vertigine non è paura di cadere..." capiamo che spesso Jovanotti riporta frasi non sue... (a volte, come in questo caso, di non facile attribuzione di paternità... con Dante era spacciato) Il precedente commento non firmato è stato inserito da 151.15.193.46 (discussioni · contributi), in data 14:20, 6 mar 2011.

é una frase ispirata dalla filosofia di Kierkegaard

Le diverse determinazioni che può prendere la vita umana non sono altro che possibilità che l'uomo si trova di fronte e tra le quali deve scegliere. Questa totale apertura verso il possibile, la condizione di incertezza e travaglio di fronte alla scelta tra le possibilità, dà vita all'angoscia. Essa è quella "vertigine" connaturata all'uomo che deriva dalla libertà, dalla possibilità assoluta.[Wikipedia]