Enrico Berrè

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Berrè

Enrico Berrè (1974 – vivente), schermidore italiano, nella specialità della sciabola.

Citazioni di Enrico Berrè[modifica]

  • Dalla sconfitta si impara tanto. Se hai perso vuol dire che la tua tecnica non era quella giusta, che il tuo avversario è stato più forte di te, più svelto, più attento al tuo punto debole, oppure tu non sei stato attento. In entrambi i casi devi migliorare qualcosa: o i tuoi punti deboli, e ci lavori fino a che non li superi, oppure l’aspetto psicologico.[1]
  • La sciabola a differenza delle altri armi, è una disciplina più istintiva. Nella spada, ad esempio, nel corso dell’azione pensi a cosa fare, nella sciabola devi preparare prima la stoccata. A seconda di chi hai davanti devi saper fare una cosa piuttosto che un'altra. Prima dell'azione devi essere focalizzato sul voler fare quella determinata cosa e non devi pensare alle contromosse che potrebbe fare l'avversario. Sono dell'idea che una persona debba essere sicura dei suoi mezzi. Se sono sicuro, faccio quell'azione, se non lo sono devo avere la lucidità mentale di cambiare a seconda di come si evolve il match.[2]
  • Montano è il mio eroe. Il primo ricordo che ho è Aldo che grida sulla pedana ad Atene 2004 e in quel preciso momento avevo deciso, lì davanti alla tv, che io volevo arrivare, vincere. Volevo prendere tutto quello che il mio talento poteva farmi prendere.[3]

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Federica Le Rose, Senza sconfitta non c’è vittoria, zai.net, 23 ottobre 2013.
  2. Dall'intervista di Maria Elena Marsico, Intervista con… Enrico Berrè, lafoule.it, 21 gennaio 2016.
  3. Da La sorella della fidanzata, theowlpost.it, 9 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica]