Fabio Casadei Turroni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Fabio Casadei Turroni

Fabio Casadei Turroni (1964 – vivente), scrittore, musicologo, giornalista e sceneggiatore italiano.

Citazioni di Fabio Casadei Turroni[modifica]

  • Alla chiusura del portellone, guardai l'astronave che mi lasciavo alle spalle, e mi sentii perduto. Poco sapevo del pianeta, dei suoi abitanti, della loro vita. Che avrei fatto?...[1]
  • [...] ebbene, Mariele, sii cosciente che ogni cosa bella che non c'è stata tra di noi, è stata bellissima. Sorridi. Impara. Sono parole. Perché, ricordati, nella vita o scrivi, o leggi. O leggi, o sei letto. O sei scrittore, o sei scritto.[2]
  • Furie bizzarre, larve stregate, che m'avvolgete, che mi stordite e mi graffiate il cuore, pietà. Pietà di me. Smorzate gli urli. Vi prego. Avete vinto, v'obbedisco. L'ucciderò.[3]
  • Iniziò tutto con un minivideo su Vimeo, e che era registrato da IPhone, e che riprendeva me e Hassan mentre uscivamo dall'istituto. Niente di speciale. 30 secondi di me e lui che scendevamo a salti i gradini [...].[4]

Note[modifica]

  1. Da Cosmicomiche Orgasmiche, Zoe edizioni, 2002, Incipit.
  2. Da Moto Perpetuo, Zoe Edizioni, 2001, p. 177.
  3. Da Angelo d'Edimburgo, Edizioni Le Mondine, 2005, Incipit.
  4. Da Justin B, in Bye Bye bulli, Frame editore, 2013, p. 8.

Altri progetti[modifica]