Fabio Concato

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Fabio Concato

Fabio Concato (1953 – vivente), cantautore italiano.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Fabio Concato[modifica]

Etichetta: Philips Records, 1982, prodotto da Vince Tempera.

  • Sapessi amore mio come mi piace | partire quando Milano dorme ancora, | vederla sonnecchiare | e accorgermi che è bella | prima che cominci a correre e ad urlare. (da Domenica bestiale, lato A, n. 1)
  • Il mio treno | è una striscia gialla da lontano, | un'altra volta il mistero dell'ombra | che s'allunga piano. (da Berlacca, lato A, n. 3)

Fabio Concato[modifica]

Etichetta: Philips Records, 1984, prodotto da Vince Tempera.

  • Ho tanta voglia | di sdraiarmi su questa terra cosi calda, | di dormire e di sognare che questo fiume | lentamente mi porta fra i monti e le pianure | e mi culla come un bambino fino al mare. (da Guido piano, lato B, n. 1)
  • Tu che sei nata dove c'è sempre il sole | sopra uno scoglio che ci si può tuffare | e quel sole ce l'hai dentro il cuore, | sole di primavera, | su quello scoglio in maggio è nato un fiore. (da Fiore di maggio, lato B, n. 5)
  • E ci hai visto su dal cielo, | ci hai trovato e piano sei venuta giù, | un passaggio da un gabbiano, | ti ha posata su uno scoglio ed eri tu. (da Fiore di maggio, lato B, n. 5)

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]