Fiona Apple

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Fiona Apple nel 2012

Fiona Apple (1977 – vivente), cantautrice statunitense.

Citazioni di Fiona Apple[modifica]

  • A volte penso, "Wow, ci sono persone che davvero, davvero mi odiano" - e senza contatto personale, niente che io abbia fatto loro nulla! Questo significa che qualcosa in me è odiabile per molte persone. Non voglio solo pensare: 'Oh, le persone sono stupide e odio tutti quelli che mi odiano.' Ma non voglio neanche pensare che abbiano motivo di odiarmi.
Sometimes I go, 'Wow, there's people that really, really hate me' — and through no personal contact, nothing that I've done to them! That means that something about me is hateable to a number of people. I don't want to just think, 'Oh, people are stupid, and I hate everyone that hates me.' But I also don't want to think that they have reason to hate me.[1]
  • Ho vissuto e visto abbastanza per avere la certezza di poter tornare su quel palco quando ero più giovane e dire: "Questo mondo è una merda, non preoccuparti, vai e fai le tue cose". Non me ne pento per niente.
I've now lived and seen enough to know that I could go right back on that stage like when I was a kid and say, 'This world is bullshit, don't worry about it, just go and do your thing.' I totally stand by that.[2]
  • Il mio rapporto con la voce è cambiato molto da quando ero bambina. Quando ero più giovane non sentivo di essere una cantante, quindi ogni volta che cantavo speravo che la mia voce fosse davvero bella. Adesso non sono così preoccupata. Adesso mi diverto con la mia voce. Sento di avere qualcosa che ho sempre desiderato, ovvero vedere cantanti anziani che cantano senza sentirsi stressati di essere bravi. Essere tipo, "Sto per cantare, e quello che viene fuori è la mia voce". Non sento di essere una cantante così grande, con una bella voce, ma sono brava a giocare con la mia voce. È solo un altro strumento. Ma è lo strumento migliore. Fa così tanti rumori.
My relationship to my voice has changed so much since I was a kid. When I was younger I felt like I wasn’t a singer, so on everything that I sang, I hoped my vocals sounded really beautiful. Now I’m not so worried. I have fun with my voice now. I feel like I have something now that I always wanted, which is that I would see old people who were singers singing, and they wouldn't feel stressed and they weren't trying to sound good. It was just, "I'm going to sing, and what comes out is my voice." I don’t feel like I'm such a great singer, like a beautiful voice, but I feel like I'm good at playing my voice. It's just another instrument now. But it's the best instrument. It makes so many noises.[3]
  • È difficile perdonare qualcuno. Tutti dicono: "Se non perdoni, stai solo facendo del male a te stesso," ma è molto difficile. Puoi bilanciare rabbia e perdono solo se hai il fulcro—qualcosa su cui bilanciarli. La persona con cui sei arrabbiato deve mostrarti qualcosa di nuovo e diverso di se stessa. Non credo di perdonare. Accetto semplicemente, grazie alle cose che ho aggiunto— come una nuova impressione della persona che può aiutarti a guardare le cose brutte sotto una nuova luce.
It’s hard to just forgive somebody. Everyone is like, "If you don’t forgive, you’re only hurting yourself," but it’s very difficult. You can only really balance anger and forgiveness if you have the fulcrum—something to balance them on. The person you’re angry at needs to show you something new and different of themselves. I don’t really even think I do forgive anything. I just accept it, because of the things that I’ve added on—like a new impression of the person that can help you look at the bad stuff in a new light.[3]

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Alan Light, Girl on a Wire: Our 2000 Fiona Apple Cover Story, spin.com, 2000.
  2. Dall'intervista di Lisa Ghorbani, A New Album—And Life—For Fiona Apple, elle.com, 7 giugno 2012.
  3. a b Dall'intervista di Jenn Pelly, Fiona Apple on How She Broke Free and Made the Album of the Year, pitchfork.com, 8 dicembre 2020.

Altri progetti[modifica]