Florence Montgomery

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Florence Montgomery (1843 – 1923), scrittrice britannica.

Incompreso[modifica]

Incipit[modifica]

Sandy[modifica]

La pioggia cadeva sui campi, sui prati e sui tetti dell'antica Abbazia di Warcham, nella vecchia contea di Sussex, in Inghilterra.
Era appena stata sparecchiata la tavola, e due testoline ricciute, l'una accanto al'altra, stavano affacciate alla finestra della sala da pranzo a scrutare, con occhietti vivaci ed ansiosi, il cielo coperto da dense nubi, che non promettevano niente di buono.
Che pomeriggio noioso! Ai due fratelli dava ancor più noia poi, per il fatto che, causa la pioggia, non sarebbero potuti andare incontro al padre che tornava dopo una settimana di assenza.
Che felicità sarebbe stata quella di andargli incontro in carrozzino, senza Verginie per giunta!
[Florence Montgomery, Incompreso (Misunderstood), traduzione e adattamento di Sandy, Malipiero editore, Bologna 1985]

Maria Luisa Agosti[modifica]

La pioggia cade a rovesci sui campi e sui prati, sui giardini e sulle aiuole, sui tetti e sulle guglie dell'antica abbazia di Wareham, nella contea di Sussex: non ha cessato un istante, da quando è terminato il pranzo nella nursery. Fin da quando la tovaglia è stata rimossa, due ricciute testoline si premono, una accanto all'altra, contro i vetri della finestra della nursery, e due paia di occhi scrutatori non hanno perduto di vista un attimo il gioco delle nuvole nel cielo.
Che pomeriggio tremendamente piovoso! E tanto più uggioso per i poveri piccini, che aspettano il ritorno del babbo proprio in quel giorno ed hanno da lui la promessa di andarlo a prendere alla stazione.
Nel calesse, posto per Virginie non ce ne sarebbe stato; ma se avessero promesso di star seduti molto fermi e di non mettere i piedi sulla ruota per salire e di non saltar fuori dalla vettura prima che questa si fermasse, i due fratellini avrebbero dovuto essere affidati al vecchio Peter, il cocchiere; ah, come si sarebbero divertiti, allora!
[Florence Montgomery, Incompreso, traduzione di Maria Luisa Agosti, BUR, 2002]

Citazioni[modifica]

  • Gli elettori? gli elettori sono gente che vive in mezzo ai boschi, si nutre di rapine, e si veste con le pelli degli animali catturati. (p. 17)
  • La vita è l'espressione di una capacità creativa che l'uomo intende e modella a somiglianza di sé, del suo essere, del suo sentimento, del suo pensare, del suo modo di agire. (p. 92)
  • In un primo tempo ho sentito molto la tua mancanza, papà, ma poi la mamma mi ha aiutato: da lì – e Hamphrey indicò il quadro appeso alla parete. – Penso che con la mamma potrei vivere... Ma forse con il tempo anche questo mi verrebbe a noia. La mia vita è fuori, papà, sotto il sole, a saltare come un coniglio, a ridere, a vivere.
    – Vivere – ripeté sir Edward, e parve accasciarsi sotto il peso di questa parola. (p. 109)

Citazioni sul libro[modifica]

  • L'operazione era delicata, arrischiata, non priva di trappole seppure ricca di suggestioni. Si trattava, per Comencini, di mettere mano a un famoso romanzo inglese dell'Ottocento, quel monumento di calcolata malizia narrativa, quel capolavoro di lacrimevole effettismo che è Incompreso di Florence Montgomery. Un romanzo che ha fatto singhiozzare almeno tre generazioni di adolescenti (britannici e no) col suo ridondante carico di patetismo, esasperato. E di tradurlo per noi sullo schermo in forma diversa, superando anche nel linguaggio la sua arcaica struttura e il suo insegnamento, per trarne un'opera moderna soprattutto sotto il profilo didattico. (Onorato Orsini)

Bibliografia[modifica]

  • Florence Montgomery, Incompreso (Misunderstood), traduzione e adattamento di Sandy, Malipiero editore, Bologna 1985.
  • Florence Montgomery, Incompreso, traduzione di Maria Luisa Agosti, BUR, 2002. ISBN 8821510239

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]