Franco Forte

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Franco Forte

Franco Forte (1962 — vivente), giornalista, traduttore e sceneggiatore italiano.

Incipit di alcune opere[modifica]

Acciaio[modifica]

Io non uso armi da fuoco, non faccio rumore. Solo le mani. Le mani e il coltello da tiro con la punta allargata, perfettamente bilanciato sulla forza dei miei polsi. Posso centrare un francobollo a dieci metri di distanza. Anche a occhi chiusi. Non serve guardare. Avverto le vibrazioni nell'aria, sento muoversi le correnti invisibili, il coltello è una propaggine del mio braccio e io non devo fare altro che allinearlo con il bersaglio, calcolare d'istinto la forza e lasciarlo andare.

L'oscura anima del progresso[modifica]

Sul pianerottolo, davanti alla porta di legno rinforzata, l'uomo che quel giorno si faceva chiamare Joachim Waldstein cominciò a spogliarsi metodicamente, con estrema calma. Era l'una di notte. Fuori dell'edificio la città si stagliava nell'alone traslucido dello smog, un collare d'organza che soltanto la pioggia avrebbe potuto spazzare via.
Waldstein era concentrato, e le sue labbra carnose si muovevano nella penombra lasciando esalare un filo di voce mentre si spogliava.

Quinta dimensione[modifica]

Mikita sorrise e si pulì i denti con l'unghia del mignolo.
— Ho provato una di quelle schifezze energetiche — disse mentre Laura la guar­dava accigliata.
— Speri che riescano a tenerti su? — le chiese Kim-Choo alzando le braccia e siste­mandosi i capelli sulla nuca. — Sono tutte cazzate. L'importante è riuscire a concen­trarsi.

Bibliografia[modifica]

  • Franco Forte, Acciaio, in "Italian Cyberpunk", a cura di Franco Forte, Millelire Stampa Alternativa, 1995.
  • Franco Forte, L'oscura anima del progresso, Mondadori, 1996. ISSN 11205288
  • Franco Forte, Quinta dimensione, in "Italian Cyberpunk", a cura di Franco Forte, Millelire Stampa Alternativa, 1995.

Altri progetti[modifica]