Giancarlo Maria Bregantini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Giancarlo Maria Bregantini

Giancarlo Maria Bregantini (1948 – vivente), vescovo cattolico italiano.

Citazioni di Giancarlo Maria Bregantini[modifica]

  • I giovani hanno bisogno di essere amati, compresi, ascoltati. La Sindone testimonia questo "Amore più grande" in cui i giovani riconoscono la propria storia, le proprie sofferenze ma anche i propri valori, quello che valgono.[1]

Non possiamo tacere[modifica]

  • Da credenti possiamo tuffarci dentro la storia con quella che definirei una modalità battesimale: dobbiamo immergerci fino in fondo.
  • Affrontare i problemi del meridione, senza minimizzarli né dilatarli, servirà a sperimentare strategie che potranno servire anche altrove.
  • La sua azione [di don Pino Puglisi] mirava a svuotare di significato la mafia agli occhi dei ragazzi.
  • In alcune occasioni la capacità di strumentalizzazione della mafia ha reso fragile la Chiesa.
  • Bisognerà convincersi che il miglior modo per vincere la mafia a Verona è combatterla a Palermo.
  • Senza motivazioni spirituali e senza un fondamento evangelico, tutte le iniziative a poco a poco crollano, anche sul piano cooperativistico, economico ed organizzativo.
  • La politica è l'arte di trasformare in progetto ciò che, come credenti, abbiamo immaginato ed elaborato.
  • La pastorale parrocchiale da sola non basta perché non riesce a raggiungere chi non la frequenta abitualmente.
  • Sono convinto che l'incontro con gli ambienti difficili sproni la Chiesa ad essere più autentica, ad esercitare un'azione di purificazione dei propri atteggiamenti, a mettere in crisi le proprie sicurezze, diventando più umile: una Chiesa più sorella e madre che maestra.
  • L'apertura all'obbedienza, quando ti viene chiesta, dà fecondità alle scelte.

Note[modifica]

Bibliografia[modifica]

  • Giancarlo Maria Bregantini, Non possiamo tacere, Edizioni Piemme, 2011.

Altri progetti[modifica]