Giovanni Formisano

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Formisano (1878 – 1972), poeta italiano.

Citazioni di Giovanni Formisano[modifica]

  • Lu suli è già spuntatu 'ntra lu mari | e vui, bidduzza mia, durmiti ancora, | l'aceddi sunnu stanchi di cantari | e affriddateddi v'aspettanu ccà fora, | supra 'ssu balcuneddu su pusati | e aspettanu quann'è ca v'affacciati.[1]
Il sole è già spuntato in mezzo al mare | e voi, bellezza mia, dormite ancora, | gli uccelli sono stanchi di cantare | e infreddoliti vi aspettano qua fuori, | sopra questo balconcino si son posati | e aspettano quand'è che v'affacciate.

Citazioni su Giovanni Formisano[modifica]

  • Fin dal suo esordio il Formisano si rivelò poeta sentimentale, appassionato, schietto, ma anche amaro e, perfino, ironico [...] Dal punto di vista dei contenuti e della tecnica, egli ci appare poeta monocorde, sovrabbondante, ripetitivo, ma dalla versificazione scorrevole e musicale. Il suo dialetto è semplice, immediatamente comprensibile e pressoché esente da ricercati arcaismi linguistici. (Giovanni Antonino Puglisi)
  • Un poeta appassionato, malinconico, amaro, un vero e schietto e personalissimo poeta... (Luigi Pirandello)

Note[modifica]

  1. Prima strofa della poesia E vui durmiti ancora! musicata dal maestro Gaetano Emanuel Calì, citato in Marco Scalabrino, Giovanni Formisano, lapoesiaelospirito.it, 4 maggio 2013.

Altri progetti[modifica]