Giuseppe Laterza

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Laterza

Giuseppe Laterza (1957 – vivente), editore italiano.

  • Oggi questo circuito intellettuale si è molto indebolito, esiste ancora ma conta molto meno, perché c'è una segmentazione del sapere e dei circuiti. Inoltre, il linguaggio politico e la comunità politica, che una volta erano un potente veicolo per la saggistica, sono oggi in crisi. Da anni ormai il dialogo tra politica e cultura si è interrotto, anche a sinistra, con risultati dirompenti. [...] Il circuito intellettuale della saggistica si reggeva molto su questo rapporto con la politica, quindi oggi risente della sua crisi. In fondo, l'intellettuale scrive un saggio anche perché ritiene che nella sfera pubblica ci sia qualcuno capace di recepire il suo discorso. Se invece questo discorso è sistematicamente negletto, alla lunga l'intellettuale si rifugia nello specialismo. (dall'intervista a Fabio Gambaro del 2000, pubblicata in Fabio Gambaro, Dalla parte degli editori, p. 66)
  • Il vero best seller, quello che si vende veramente tanto, ha sempre una qualche qualità intrinseca che l'editore deve saper riconoscere e valorizzare, dando visibilità al libro. (dall'intervista a Fabio Gambaro del 2000, pubblicata in Fabio Gambaro, Dalla parte degli editori, p. 71)
  • Oggi il politico ritiene che il consenso si catturi esclusivamente attraverso la televisione, quindi pensa di non aver più bisogno di accedere alla conoscenza attraverso la mediazione dell'intellettuale, svalutandone così il ruolo. Di conseguenza, c'è tutta una elaborazione del sapere che rimane confinata e ignota al mondo della politica. Questa perdita di ruolo evidentemente contribuisce a ridurre il tradizionale snobismo degli intellettuali. (dall'intervista a Fabio Gambaro del 2000, pubblicata in Fabio Gambaro, Dalla parte degli editori, p. 72)

Bibliografia[modifica]

  • Fabio Gambaro, Dalla parte degli editori. Interviste sul lavoro editoriale, Unicopli, 2001. ISBN 884000730X

Altri progetti[modifica]