Grosso guaio a Chinatown

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Grosso guaio a Chinatown

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Big trouble in Little China

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 1986
Genere commedia, azione, fantastico
Regia John Carpenter
Sceneggiatura Gary Goldman, David Z. Weinstein
Produttore Larry J. Franco
Interpreti e personaggi

Grosso guaio a Chinatown, film statunitense del 1986 con Kurt Russell, regia di John Carpenter.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Qui è Jack Burton, del Pork-Chop Express, che parla a chiunque sia in ascolto. Come dicevo sempre alla mia ultima moglie, io mi rifiuto di guidare più veloce di quanto possa vedere, e a parte questo è solo questione di riflessi. I consigli del vecchio Pork-Chop Express sono preziosi, specialmente nelle serate buie e tempestose, quando qualche maniaco alto due metri e mezzo e con l'occhio sanguigno vi artiglia il collo e vi pianta l'unica testa che avete contro la parete di un bar chiedendovi se avete pagato il conto... Voi fissate a vostra volta il primitivo negli occhi e ricordatevi quello che il vecchio Jack dice sempre in casi come questi. Domanda: "Jack hai pagato il conto?". "Sì ti ho spedito l'assegno per posta". Ragazzi con questo non voglio dire che sono un uomo di mondo e che la vita per me non ha più segreti, anzi, sono convinto che il nostro pianeta ci riservi ancora molte sorprese e che bisogna essere dei deficienti per credere che in questo universo siamo soli. (Jack Burton)
  • Esplosioni verdi, gente che entra e esce volando, ah non può essere vero, io chiamo la polizia... (Jack Burton)
  • Allora: voi state qui calmi, tenete il fortino, conservate vivo l'amor di patria e se non torniamo per l'alba... chiamate il Presidente! (Jack Burton)
  • Sarà necessario un tempismo al decimo di secondo. (Jack Burton)
  • Aspetta, frena quella spider! (Jack Burton) [Cercando di fermare Lo Pan che si allontana sulla sedia a rotelle]
  • E adesso miei diletti discepoli, è il momento della verità: dello spillo dell'amore. (Lo Pan)
  • È una questione di riflessi. (Jack Burton)
  • I consigli del vecchio Pork Chop Express sono preziosi, specialmente nelle serate buie e tempestose, quando i fulmini lampeggiano, i tuoni rimbombano e la pioggia viene giù in gocce pesanti come piombo. Basta che vi ricordiate quello che fa il vecchio Jack Burton, quando dal cielo arrivano frecce sotto forma di pioggia e i tuoni fanno tremare i pilastri del cielo. Sì, il vecchio Jack Burton guarda il ciclone scatenato proprio nell'occhio e gli dice: "Mena il tuo colpo più duro, amico. Non mi fai paura". (Jack Burton)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Wang Chi: [Dopo aver chiesto in cinese ad uno dei Cheng Sing chi erano i tre che li hanno attaccati] Dice che erano le Bufere, le Tre Bufere!
    Jack Burton: In tre hanno fatto quel casino?
  • Jack Burton: E io chi sono qui? Un cretino di passaggio?
    Gracie Law: Infatti!
  • Eddie Lee: L'importante è far fuori le guardie.
    Jack Burton: Ci proverò.
    Wang Chi: No, è sembrare stupidi!
    Gracie Law: Ci riuscirà!
  • Wang Chi: Sei pronto?
    Jack Burton: Io sono nato pronto!
  • Jack Burton [Indicando la scritta cinese sulla porta]: Che cosa c'è scritto?
    Wang Chi: Siu za mi ho: Inferno dell'olio bollente!
    Jack Burton: Scherzi?!
    Wang Chi: Sì, dice vietato l'ingresso!
  • Jack Burton: Ma dove accidenti siamo capitati!?
    Wang Chi: Nell'inferno dei peccatori a testa in giù!
  • Lo Pan: Dev'essere assolutamente una ragazza eccezionale! Altrimenti avrei cercato inutilmente per più di 2000 anni.
    Jack Burton: No, non ci sono in giro molte ragazze cinesi con gli occhi verdi a quanto mi risulta!
    Lo Pan: No e non ce ne sono mai state!
    Jack Burton: Perciò chi mendica non può scegliere!
    Lo Pan: Ma io posso! Dimmi tutto di Mao-Yin... Qual è la sua provincia d'origine? L'Hu-nan? ...E la madre... E il padre? È necessario che sia un santone. Quindi devo saperlo!
    Jack Burton: Hai una lingua che funziona, chiediglielo tu!
    Lo Pan: Signor Burton, se ha la minima influenza sul suo giovane amico, è bene che la eserciti subito... altrimenti vi faccio scaraventare tutti e due nell'inferno degli scorticati vivi senza pensarci un momento!
    Jack Burton: ...Tu sei pazzo, ecco il tuo problema!
    Wang Chi: No, parla sul serio!
    Lo Pan: ...Il mio problema, è questo luogo. Questo luogo è la mia tomba. Sono sepolto qui! Un bel giovane e grande re e guerriero, imprigionato in questa carcassa vecchia e storpia... E può salvarmi solo una donna. Signor Burton, una donna particolare con gli occhi verdi che può ridarmi l'integrità... E la giovinezza, in modo che io possa governare l'universo da questo sepolcro!
    Wang Chi: Ching-Dai, il dio dell'Oriente!
    Jack Burton: Chi quello, ridotto così?
    Lo Pan: No, non sono io signor Burton! Il tuo amico non capisce niente... Il mio demone... La divinità che devo placare per poter riavere il mio cuore e il mio sangue... Una ragazza dagli occhi verdi, per soddisfare Ching-Dai, una ragazza tanto coraggiosa da affrontare la grande lama e quando l'avrò trovata, la sposerò!
    Wang Chi: No! Mai!
    Lo Pan: Così Ching-Dai sarà appagato e mi toglierà la maledizione.
    Jack Burton: ...E tu potrai divertirti a governare l'universo da questo sepolcro...
    Lo Pan: L'hai detto!!!
    Jack Burton: Se fossi in te prima passerei un momento da uno psichiatra!
    Wang Chi: Jack, la pianti per favore?
    Jack Burton: ...Jack un corno!!! Vuoi che creda a queste stronzate? In 2000 anni non ha trovato una puttana qualunque che lo soddisfacesse? ...Andiamo David... vuol dire che hai qualche difetto molto grave!
    Lo Pan: Non sono io l'unico sta' tranquillo. Ce ne sono tanti come me, non sei d'accordo? He! Tu ad esempio: hai l'aria di conoscere bene le difficoltà che si creano fra un uomo e una donna... L'intesa perfetta è molto rara. E nonostante questo, ci riproviamo sempre... Poveri idioti!
  • Margo: Riuscirai a liberarci?
    Jack Burton: Non ne ho la minima idea.
  • Wang Chi: L'uomo coraggioso ama sentirsi la natura sulla pelle.
    Jack Burton: ...Sì, e l'uomo saggio ama usare l'ombrello quando piove!
  • Jack Burton: Ma questa non è acqua...
    Egg Shen: È il sangue nero della terra.
    Jack Burton: E cioè il petrolio?
    Egg Shen: No, sangue nero della terra!
  • Egg Shen [Dopo aver causato un'esplosione nella tana di un mostro sotterraneo]: Ora non uscirà mai più!
    Jack Burton [Terrorizzato stringendo la pistola automatica urlando]: Cosa?!? Eh? Cosa non uscirà mai più?
    Egg Shen: Andiamo!
    Jack Burton: Orco mondo...
  • Jack Burton: Cos'hai in quella fiaschetta, un filtro magico?
    Egg Shen: Sì
    Jack Burton: Lo dicevo io! E che dobbiamo farci? Berlo?
    Egg Shen: Sì.
    Jack Burton: Ecco! Lo dicevo io!
  • Egg Shen: Poi c'è... Il sacchetto dei sei demoni!
    Jack Burton: Oh, magnifico, il "sacchetto dei sei demoni", sensazionale... Che c'è dentro?
    Egg Shen: Vento, Fuoco, e altre cosette del genere!
  • Wang Chi: Brindiamo agli eserciti e alle battaglie che essi hanno vinto, e che gli eserciti futuri non debbano mai combattere!
    Jack Burton: E che le ali della libertà non perdano mai le piume!
  • Gracie Law: Dove porta questo?
    Jack Burton: Sopra! Agli uffici dei dirigenti e di Lo-Pan! Ci fa caldo lassù... spogliati!
    Gracie Law: Avrai una pistola spero?
    Jack Burton: Ho il coltello!
    Gracie Law: Il coltello? Ma quello è alto 3 metri e mezzo!
    Jack Burton: 2 metri! Calma ho la situazione in pugno. Ho bevuto un filtro... Vedo quello che nessuno può vedere... Ma perché sei vestita così?
  • Jack Burton: Aah, lo sai cosa dice il vecchio Jack Burton, in situazioni come questa?
    Tuono: Chi?!
    Jack Burton: Jack Burton, qui presente. Il vecchio Jack dice sempre... Basta adesso.

Altri progetti[modifica]