Hermitage

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Hermitage

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)

Una scena del film

Titolo originale

Hermitage

Paese Italia
Anno 1968
Genere surreale
Regia Carmelo Bene
Soggetto Carmelo Bene
Sceneggiatura Carmelo Bene
Interpreti e personaggi

Hermitage, mediometraggio del 1968 diretto e interpretato da Carmelo Bene e Lydia Mancinelli.

TaglineBasta! è finita con chi mi vuole bene

Frasi[modifica]

  • Cara, è un divino errare. Ma destino ti accompagnò alla mia casa. Il passato tuo e mio non conta più. Quindi devi tornare. Credimi. Tuo. (Voce fuori campo)
  • Troppo tardi apprezzava il suo cristianesimo, tardi, se non sapeva più peccare. Non era in grado nemmeno di godere quella abnegazione ormai a lui congeniale. Non era più felice di soffrirla dinanzi all'incomprensione levantina del suo imperatore... (Voce fuori campo)
  • Ma stanotte, tu stai per apparire agli occhi della folla, nelle vie bagnate di zafferano punico, tra il clamore delle coorti, nel mezzo delle torce numerose, come i bei desideri, sopra un carro trainato da elefanti bianchi, così alto che abbatteranno gli archi al tuo passaggio... (Giacobbe)
  • Questo voler dir tutto in un racconto – che ridere! – la vita breve. (Voce fuori campo)
  • Ieri come oggi. Prendere dieci in storia per far contenta sua madre, o uccidere sua madre per far contenta la storia... (Voce fuori campo)
  • Cara mamma, io sto bene, lavoro molto. Ti abbra... ...Basta! è finita con chi mi vuole bene. (Giacobbe)

Citazioni su Hermitage[modifica]

  • È, fin dall'inizio, lo scontro con se stesso, specialmente nello specchio, come nemico, come altro, come irraggiungibile; è lo scontro con la separazione dello spettacolo. (Enrico Ghezzi)

Altri progetti[modifica]