Ignacio Matte Blanco

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Ignacio Matte Blanco (1908 – 1995), psichiatra e psicoanalista cileno.

L'inconscio come insiemi infiniti: saggio sulla bi-logica[modifica]

  • Il sistema inconscio tratta una cosa individuale (persona, oggetto, concetto) come se fosse un membro o un elemento di un insieme o classe che contiene altri membri; tratta questa classe come sottoclasse di una classe più generale e questa classe più generale come sottoclasse o sottoinsieme di una classe ancor più generale e così via. (p. 43)
  • Il sistema inconscio tratta la relazione inversa di qualsiasi relazione come se fosse identica alla relazione. In altre parole, tratta le relazioni asimmetriche come fossero simmetriche. (p. 44)
  • L'essere simmetrico è lo stato normale dell'uomo. È l'immensa base da cui emerge la coscienza o essere asimmetrico. La coscienza è un attributo speciale dell'uomo, che guarda verso questa base (infinita) e cerca di descriverla. (p. 113)
  • In quanto siamo essere simmetrici non siamo indipendenti dagli altri perché siamo in unità con gli altri. Per l'essere asimmetrico, invece, questa assenza di limiti individuali è inconcepibile. Di conseguenza, tutte le volte che tale assenza diventa onnipresente e, perciò, imperativa, ciò è sentito dal nostro aspetto asimmetrico come una perdita della nostra identità in quanto individui; è anche sentito come un pericolo di annientamento. Questo contrasto tra i due modi di essere costituirebbe la fonte più profonda di conflitto. (p. 352)

Bibliografia[modifica]

  • Ignacio Matte Blanco, L'inconscio come insiemi infiniti: saggio sulla bi-logica, a cura di P. Bria, Einaudi, 1981.

Altri progetti[modifica]