Il Golem - Come venne al mondo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Il Golem - Come venne al mondo

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Locandina del film

Titolo originale

Der Golem, wie er in die Welt kam

Lingua originale tedesco
Paese Germania
Anno 1920
Genere horror
Regia Carl Boese e Paul Wegener
Sceneggiatura Henrik Galeen e Paul Wegener
Produttore Paul Davidson
Interpreti e personaggi
Note
Traduzione in italiano delle didascalie da [1].

Il Golem - Come venne al mondo, film muto tedesco del 1920, regia di Carl Boese e Paul Wegener.

 controllare trascrizione in tedesco controllare trascrizione in tedesco

Incipit[modifica]

Il Gran Maestro Low, Rabbino di una comunità ebraica in una vecchia città medioevale, osserva il cielo e interpreta i segni del destino attraverso le stelle.

Der hohe Rabbi Löw liest in den Sternen, Daß der Judengemeinde ein schweres Unheil droht. (narratore, didascalia)

Citazioni[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Capitolo 1
  • Decreto contro i giudei. Noi non possiamo rimanere sordi di fronte alle pesanti accuse mosse contro i giudei che praticano le arti magiche, violando la pace dei nostri bravi sudditi. Pertanto ordiniamo che il gruppo lasci immediatamente la città e si disperda nel mondo! Prima della luna nuova!
Wir verschließen uns nicht länger den vielen schweren Anklagen wider die Juden, so unseren Herrn gekreuziget haben, die heiligen christlichen Feste straflich mißachten, ihren Mitmenschen nach Gut und Blut stehen und schwarzer Kunste mächtig sind, un ordnen an, daß die gesamte Judenschat ihr Stadtviertel, Ghetto genannt, noch ehe der Mond wechselt, zu räumen hat. (scritta, da un manifesto)
  • Venere sta entrando nella Costellazione della Bilancia e questo è il momento in cui può accadere il disastro. Per salvare il mio popolo, devo strappare al terribile Astaroth la parola magica che darà vita a Golem, il mostro d'argilla!
Die Venus tritt in das Sternenbild der Waage. Die Zeit ist da, wo die Beschworung glucken muß. Astaroth, dem furchtbaren Geist, muß ich das lebenspendende Wort entreißen, das den Golem belebt, zur Rettung meines Volkes. (Rabbino Jehuda Löw, didascalia)
Capitolo 2
  • Questa figura d'argilla chiamata Golem fu scolpita, in tempi remoti, dal mago Tessalia. Se metterete la parola magica, che può dargli vita, in questa borsa e la inserirete nell'apertura dentro il petto della statua, essa rimarrà viva per tutto il tempo in cui porterà in sé la borsa stessa.
Diese figure genannt der golem murdelechon im altertum von einem theffalifchen zauberer hergestellt. Wenn man in die kapfel die in der bruft fitzet, das leben erweckende wort leget, das leben ermeckende mort leget, wird er lebendig fur die zeit wo er die kapsel tragt. Dies symbolum heißet der "Schem". (istruzioni, scritte in un libro)
  • Astaroth è il guardiano della parola che soffia la vita nelle cose inanimate. Colui che possiede la chiave di Solomon e conosce la parola magica può costringere Astaroth a pronunciarla, però deve prima accertarsi che la posizione dei pianeti sia favorevole.
Astaroth hütet ein lebenspendendes mort das jedmed leblos ding sei es leichnam oder künstlich gebild, zum leben erwecket. Wer den schlüssel Salomonis desitzet und den großen zauber weiß, kann Astaroth zwingen, das mort zu verraten, so er die günstige konstellation der planeten beachtet. (istruzioni dal libro Nekromantie Die kunst toten lebendig zu machen - L'arte di dare la vita alle cose inanimate.)
  • Verità.
Aemeth. (Astaroth, effetto visivo) [parola magica che dà vita al Golem]
Capitolo 4
  • Sebbene la formula magica abbia portato in vita ciò che era inanimato, stai attento e non fidarti della tua creatura. Quando Urano avrà compiuto il suo percorso, Astaroth ti chiederà indietro la creatura d'argilla e se ciò non accadrà, la creatura stessa si rivolterà contro il suo padrone, ordirà intrighi e seminerà distruzione.
Hast du duech zauberwort totes zum leben erwecket sei auf der hut vor deinem geschopf. Tritt der uranus ins pnaetenhaus fardert Astaroth sein werkzeng juruck. Dann spottet der tote lehm seines meisteres, sinnet auf trug und zerstorung. (scritta, da un libro)
  • Il tuo destino si è compiuto, Golem! Devi tornare argilla un'altra volta altrimenti le forze delle tenebre si vendicheranno!
Deine Aufgabe, Golem, ist erfullt, sei wieder toter Lehm. wie Du warft, sonst racht sich die dunfle Macht. (Rabbino Jehuda Löw, didascalia)

Altri progetti[modifica]