In realtà io sono...

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

In realtà io sono...

Serie TV anime

Immagine Jitsu wa Watashi wa logo.png.
Titolo originale

実は私は
Jitsu wa watashi w

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Anno

2015

Genere commedia romantica
Episodi 13
Doppiatori originali
Note
  • Serie trasmessa, con sottotitoli in italiano, sul canale YouTube della Yamato Video

In realtà io sono..., serie televisiva anime di 13 episodi del 2015 tratta dall'omonimo manga di Eiji Masuda.

Citazioni tratte dalla serie[modifica]

Episodio 1, Mi dichiarerò![modifica]

  • "Non farlo" per me significa "fallo". Se mi dici "è un segreto" io lo scoprirò. Questo è il mio motto! (Mikan)

Episodio 2, Proteggerò il segreto![modifica]

  • Asahi Kuromine, sarò diretta. Vorrei che la smettessi di guardarmi in continuazione. Non sono assolutamente interessata a te. Non c'è ragione di proseguire un'operazione destinata a fallire in partenza. Il fallimento di un'operazione avventata porta a una ben riuscita! Dovresti cercare anche tu una nuova strada. (Nagisa, anticipando Asahi che voleva dichiararle il suo amore)
  • Yōko: Che succede, Kuromine? Perché fissi il mio pranzo? Non te ne cedo! Anche se sei tu, l'ultimo gambero è mio!
    Asahi: Macché, ti sbagli! Visto che sei una vampira, pensavo che succhiassi sangue per mangiare... Non è così, eh?
    Yōko: Kuromine... Queste sono molestie.
    Asahi: Eh? Perché?
    Yōko: Succhiare sangue? E per pranzo oltretutto! Non sono così scostumata!
    Asahi: Non ho capito bene, ma scusami!
    Yōko: Scusami anche tu! Quello che è ovvio per noi vampiri, non è che lo sia per tutti. [...] Ecco... Succhiare il sangue, è un modo per esprimere il proprio amore per l'altro. È tipo un bacio. Al matrimonio invece del bacio, ci si succhia il sangue.
    Asahi: Davvero?
    Yōko: Sì, fine del discorso. E ora mi mangio il gambero che mi sono tenuta per ultimo!
    Asahi [pensando]: Voglio farmi succhiare il sangue!
  • Nagisa: Mi trovo qui in missione di sorveglianza sotto copertura. Anche ieri, durante lo svolgimento dei miei compiti, vi ho visti tornare a casa insieme. State tranquilli. Non sono così sciocca da rivelare i segreti altrui.
    Yōko: Sul serio?
    Asahi: Anche se è un pezzo che stai parlando del tuo segreto...
    Yōko: Anch'io non dirò nulla su di te. Ti va bene così, Aizawa?
    Nagisa: Non c'è problema. Ho l'ordine di non farmi scoprire dagli umani, ma non mi hanno detto nulla riguardo ai vampiri.
    Asahi: Un po' cavilloso, eh?

Episodio 3, Attenzione agli amici d'infanzia![modifica]

  • La missione va portata a termine da chi ha ricevuto l'incarico (Nagisa)
Nell'immaginario collettivo i vampiri usano una bara per riposare
  • [Asahi è a casa di Yōko]
    Asahi [pensando]: Eh? Camera sua è... normale.
    Yōko: Se ti guardi attorno così mi metti in imbarazzo.
    Asahi: Scusami, è che mi aspettavo una bara o qualcosa del genere.
    Yōko: Una bara? Ma figurati. Non ho nulla di così costoso.
    Asahi [pensando]: È un prodotto di lusso, quindi.

Episodio 4, Salviamo la capoclasse![modifica]

  • [L'aliena che controlla l'esoscheletro di Nagisa, normalmente molto piccola, ha assunto le dimensioni della ragazza che tutti conoscono; Asahi nota l'antenna sulla sua testa, che Nagisa non ha.]
    Asahi [pensando]: E quello cos'è?
    Nagisa [mette le mani davanti all'antenna per nasconderla]: Cos'hai da fissare così, Asahi Eromine?[1]
    Asahi [pensando]: Cos'ho fatto per essere chiamato così? [Parla con Nagisa] Ma non l'hai avuto in mostra finora?
    Nagisa [imbarazzata]: In mostra? Parli così dell'antenna di una ragazza?
    Asahi: A-Antenna? M-Mi dispiace, ma non ne so nulla di alieni... [distoglie lo sguardo da Nagisa]
    Nagisa: No, scusami tu! Ho sbagliato io ad accusare un terrestre. [pensando] È vero, vista la dimensione non mi ero mai preoccupata dell'antenna... P-Però non posso certo dirgli... che quest'antenna brilla durante i rituali di corteggiamento!
  • Perché mi sto perdendo nei ricordi? Io che sono sempre stata logica e composta. Cos'è questa sensazione di confusione che provo... (Nagisa (in forma aliena), che ripensa alle peripezie di Asahi per salvarla. Dopo queste parole la sua antenna si illumina.)

Episodio 5, Un appuntamento? Andiamo![modifica]

  • Yōko: Uno degli uomini lupo e io abbiamo un rapporto simile a quello tra te e Akemi.
    Asahi: Io e Mikan? Vittima e carnefice?
    Yōko: No, non in quel senso. Intendevo che siamo amici d'infanzia. Il mio amico d'infanzia è un uomo lupo.

Episodio 6, Attenzione all'uomo lupo![modifica]

  • [Mentre Shiho cercava di sedurre Asahi, Yōko si è impuntata dicendole che non doveva forzarlo. Asahi ora è privo di sensi.]
    Shiho: Yōko, dimmi un po'... è davvero tutto qui?
    Yōko: No... eh? Shiho, cosa intendi? Non riesco a capire.
    Shiho: Be', mi hai solo fatta un po' preoccupare. Dopotutto sei lenta.
    Yōko: Non sono lenta! Anzi, sono parecchio acuta!
    Shiho: Sei lenta invece, lo sei sempre stata. Per quanto riguarda i sentimenti degli altri e anche i tuoi.
  • Ehm, piacere di conoscervi! Mi sono appena trasferita in questa scuola. Mi chiamo Shiho Shihida! Sono una pervertita, ma abbiate cura di me! (Shiho, discorso di presentazione alla classe dove studiano Yōko, Asahi e Nagisa.)

Episodio 7, Facciamoci sexy![modifica]

  • Una vampira, un'aliena e un uomo lupo. A questo punto non mi stupirei di trovare qualcuno di ancora più strano in questa scuola. (Asahi)

Episodio 9, Mettiamoci il costume da bagno![modifica]

  • Mikan: Asahi si innamora delle ragazze che hanno qualcosa che lui non ha.
    Okada: In effetti, potresti aver ragione. Si innamora di ragazze che possano trainarlo e ne viene respinto.
    Mikan: Guarda un po' Asahi. [sta insegnando a nuotare a Yōko] Forse per la prima volta, non è una ragazza che ammira, ma davvero amore.
    Okada: Fine. Avete sentito l'autoproclamata regina depravata parlare d'amore.
    Mikan [furibonda]: Vuoi ritrovarti a galleggiare nudo in piscina?
  • [Yōko racconta degli incontri notturni alla piscina della scuola dei suoi genitori]
    Asahi: Ora che ci penso, andare in piscina di giorno poteva essere pericoloso... Tipo per i canini...
    Yōko: Però, sai... Penso non ci sia nulla di male nel non preoccuparsi troppo di chi ci guarda. [...] Vedi, prima di incontrarti, ero sempre da sola. Visto che se avessero scoperto il mio segreto, avrei dovuto lasciare la scuola. Ho fatto di tutto per proteggerlo. Però mi sentivo davvero sola. Chissà perché... La vita a scuola che mamma mi aveva raccontato, era molto più divertente. Sentivo che fosse ben diverso dai racconti. Però poi ho incontrato te, così come Aizawa e Akemi... Anche Shiho si è trasferita e ho conosciuto i tuoi amici. Proteggere il segreto è importante, ma ci sono cose più importanti! Non ha senso proteggere il segreto solo per non dover lasciare la scuola. Voglio divertirmi con gli altri e fare cose in cui sono brava, t-tipo imparare a nuotare! Ecco perché... a me Yōko Shiragami, ora la scuola piace tantissimo! Grazie infinite, Asahi!

Episodio 11, Andiamo alla sagra estiva![modifica]

  • Asahi [parla del pianeta da cui proviene Nagisa]: Alla fin fine, è davvero molto diverso dalla Terra.
    Nagisa: Già, hai ragione. Dalla dimensione alla cultura, abbiamo molte differenze, ma in definitiva, non credo che siamo tanto diversi. Abbiamo terreni, creature viventi e ognuno vive al meglio. In quello non c'è differenza tra i pianeti, no? Come noi siamo alieni per voi, lo siete voi per noi. Tuttavia, finché è possibile comunicare tra di noi, credo che restino solamente le differenze individuali.
    Asahi: Credo di aver capito... circa.
  • [Nagisa è inciampata ed è caduta addosso ad Asahi, che si era lanciato per sorreggerla]
    Basta, ormai basta. In realtà, me n'ero già accorta in quel momento. [quando, indossando gli occhiali di Mikan, ha detto di amare Asahi] Devo decidermi ad ammetterlo. In realtà io... Nagisa Aizawa... amo Asahi Kuromine. (Nagisa)

Episodio 12, Fermiamo la confessione![modifica]

  • Mikan: Dopo avervi visto alla sagra, bene o male ho capito la situazione. Ti piace Asahi, vero?
    Nagisa [imbarazzatissima]: C-C-Che stai dicendo? Una cosa simile non è per nulla...
    Mikan: Anche tu sei facile da capire, eh? Be'. lascia che ti dia un consiglio in quanto sua amica d'infanzia.
    Nagisa: Un consiglio?
    Mikan: Sai, Asahi... è un caso disperato che non riesce a parlare con le ragazze che gli piacciono. Però, nonostante tutto, si è sempre sforzato per dichiararsi e pur piangendo e deprimendosi per essere stato respinto, si è rimesso in sesto a modo suo, per poi innamorarsi di qualcun'altra. Gli do credito per la sua incredibile resistenza. Per me sarebbe impossibile. Be', Shiragami è la prima di cui si è innamorato sul serio. Quindi può essere che di questo passo riesca a dichiararsi con successo. Ti conviene trovare la risposta prima di pentirtene.
  • [Nagisa sta rincorrendo Asahi con un badile]
    Asahi: Cosa? Un badile?
    Nagisa: Non temere, non è un badile! È uno strumento all'avanguardia del mio pianeta per indurre il sonno! Con più potenza colpisce la punta, più profondo diviene il sonno risultante!
    Asahi: In pratica vuoi farmi svenire colpendomi con il badile!

Note[modifica]

  1. Eromine è il soprannome dispregiativo dato ad Asahi, storpiando il cognome Kuromine, quando lo accusano di essere un maniaco sessuale.

Altri progetti[modifica]