Jack Hirschman

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jack Hirschman (1933 – vivente), poeta statunitense.

  • Io sono la creatura che corre lungo le strade | gridando il tuo nome contro lo scherno, | sono il sonno del suicida | e la cataratta di capelli immemorabili, | sono l'attacco di libertà ai duri di cuore | e di poesia ai duri di orecchio. | La solitudine, la grazia, il sorriso | che risponde al tuo sorriso | dalle profondità della biologia | di un travaglio e gioia | a cui solo i battiti del cuore del ditirambo si avvicinano, | solo lo strimpellio dell'anima del cosmo definiscono. || Non siamo in questo mondo | tanto tempo fa | ebbe fine: | il mondo la guerra la guerra mondiale. | Ti tenni per mano | per attraversarlo | la più piccola mano, la più piccola stella. (da Madre, traduzione di Raffaella Marzano; citato in casadellapoesia.org)
  • Non date retta ai miliardari, lasciate perdere le parole delle destre e dei fascisti. Il mio compito è spiegarvi, farvi capire, che siete già comunisti.[1]

Note[modifica]

Altri progetti[modifica]