Jeff Buckley

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Jeffrey Scott Buckley (1966 – 1997), cantante e chitarrista statunitense.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Grace[modifica]

Etichetta: Columbia, 1994, prodotto da Jeff Buckley, Andy Wallace.

  • Disteso nel letto, la coperta è calda | Questo corpo non sarà mai al salvo dal dolore | Sento ancora i tuoi capelli, neri nastri di carbone | Tocca la mia pelle per mantenermi intero.
I'm lying in my bed, the blanket is warm | This body will never be safe from harm | Still feel your hair, black ribbons of coal | Touch my skin to keep me whole. (da Mojo Pin, n.° 1)
  • Cadiamo giù noi due per servire e preghiamo per amare | Nati di nuovo dal ritmo che grida fin dal paradiso | Senza età, senza età e sono lì nelle tue braccia.
Drop down we two to serve and pray to love | Born again from the rhythm screaming down from heaven | Ageless, ageless and i'm there in your arms. (da Mojo Pin, n.° 1)
  • C'è la luna che chiede di restare | Quanto basta perché le nuvole mi facciano volare via | Bene, è giunto il momento per me di andare, non ho paura, paura di morire.
There's the moon asking to stay | Long enough for the clouds to fly me away | Well it's my time coming, I'm not afraid, afraid to die. (da Grace, n.° 2)
  • Questo è il nostro ultimo addio | Odio sentire che l'amore tra noi due finisca | Ma è finito | Ascolta solo queste parole e poi me ne andrò | Mi hai dato qualcosa in più per cui vivere | Molto più di quanto tu possa immaginare.
This is our last goodbye | I hate to feel the love between us die | But it's over | Just hear this and then i'll go | You gave me more to live for | More than you'll ever know. (da Last Goodbye, n.° 3)
  • Beh, forse c'è un Dio lassù | Ma tutto quello che ho imparato dall'amore | È come colpire qualcuno che ha sfoderato le armi prima di te | Non è un pianto che senti di notte | Non è qualcuno che vede la luce | È un freddo e grave Hallelujah.
Well, maybe there's a God above | But all I've ever learned from love | Was how to shoot somebody who outdrew ya | It's not a cry that you hear at night | It's not somebody who's seen the light | It's a cold and it's a broken Hallelujah. (da Hallelujah, n.° 6)
  • Non è mai finita, il mio regno per un bacio sulle sue spalle | Non è mai finita, tutta la mia ricchezza per i suoi sorrisi quando dormii dolce addosso a lei | Non è mai finita, tutto il mio sangue per la dolcezza della sua risata | Non è mai finita, lei è la lacrima che scende per sempre nella mia anima.
It's never over, my kingdom for a kiss upon her shoulder | It's never over, all my riches for her smiles when I slept so soft against her | It's never over, all my blood for the sweetness of her laughter | It's never over, she is the tear that hangs inside my soul forever. (da Lover, You Should've Come Over, n.° 7)
  • Ho paura e chiamo il tuo nome | Amo la tua voce e la tua folle danza | Ascolto le tue parole e conosco il tuo dolore | La tua testa tra le mani e il suo bacio sulle labbra di un altro | I tuoi occhi al suolo | E il mondo intorno che ruota per sempre | Addormentato nella sabbia con l'oceano che tutto cancella...
I feel afraid and I call your name | I love your voice and your dance insane | I hear your words and I know your pain | Your head in your hands and her kiss on the lips of another | Your eyes to the ground | And the world spinning round forever | Asleep in the sand with the ocean washing over... (da Dream Brother, n.° 10)
  • Il suo amore è una rosa pallida e morente | Che perde i suoi petali...
Her love is a rose pale and dying | Dropping her petals... (da Forget Her, n.° 11)
  • È stata un dolore dal primo giorno in cui l'ho incontrata | Il mio cuore è ancora congelato | Mentre provo a trovare la volontà di dimenticarti in qualche modo | Perché so che sei da qualche parte qua fuori adesso.
She was heartache from the day that i first met her | My heart is frozen still | As I try to find the will to forget you somehow | 'Cause I know you're somewhere out there right now. (da Forget Her, n.° 11)

Sketches for My Sweetheart the Drunk[modifica]

Etichetta: Columbia, 1998, prodotto da Nicholas Hill, Tom Verlaine.

  • Stai con me sotto queste onde, stanotte | Sii libera per una volta nella tua vita stanotte.
Stay with me under these waves, tonight | Be free for once in your life tonight. (da Nightmares By The Sea, n.° 4)
  • Come sei ora nel tuo cuore | Illuminati | Non vergognarti di ciò che sei | Sentiti come fosse una cascata | Illuminati, illuminati | Cresci nella luce.
As you now are in your heart | Fall in light | Feel no shame for what you are | Feel it as a water fall | Fall in light, fall in light | Grow in light. (da New Year's Prayer, n.° 7)
  • Portagioie di tristezza preso per raccogliere le tue lacrime, | illusioni cristallizzate splendono, dimenticato, sono qui | Portagioie di tristezza, preso per raccogliere le tue lacrime. | Hai lasciato alcune stelle dentro di me | Hai lasciato alcune stelle dentro di me.
Jewel box of sadness, bring to catch your tear | Crystallized illusions shine, forgot I'm here | Jewel box of sadness, bring to catch your tear | Oh, you left some stars in my belly | You left some stars in my belly. (da Jewel Box, disco 2, n.° 9)

Citazioni su Jeff Buckley[modifica]

  • I contemporanei mi interessano poco perché sono molto derivativi. L' ultimo che mi ha fatto vibrare è stato Jeff Buckley. (Guido Harari)
  • Mi mancava qualcosa dentro e quel vuoto me lo riempiva lui. (Elisa)

Altri progetti[modifica]