Johannes Secundus

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Joannes Secundus)
Jump to navigation Jump to search

Johannes Secundus o Janus Secundus, nato Jan Everaerts (1511 – 1536), umanista e poeta neolatino olandese.

Citazioni di Johannes Secundus[modifica]

  • Fanciulla, io ti chiedea | d'un bacio; e i labbri bèi | tu curvasti al libar de' labbri miei: | indi, come per rea | vista d'angue compresso, | tu balzi fuor del disiato amplesso, | e da me torci di tua bocca il fiore. | Luce degli occhi miei, baci d'amore | non han modo sì rio: | né un dar di baci è questo: è un dar dolore | e di baci un disio. (Epigramma[1])

Note[modifica]

  1. Traduzione di Giosuè Carducci in Edizione nazionale delle Opere di Giosuè Carducci, volume ventinovesimo, Versioni da antichi e moderni, Nicola Zanichelli Editore, 1943, p. 196.

Altri progetti[modifica]