Vai al contenuto

Jodie Whittaker

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jodie Whittaker (2018)

Jodie Auckland Whittaker (1982 – vivente), attrice britannica.

Citazioni di Jodie Whittaker[modifica]

Citazioni in ordine temporale.

  • Sarei sorpresa di trovare un ragazzo che non abbia neppure un modello femminile nella propria vita. È opinione di qualcuno che i ragazzi maschi non possano guardare alle donne come a fonti d'ispirazione. I modelli di comportamento, così come gli eroi, esistono in innumerevoli forme e dimensioni diverse, e non ho mai sentito il bisogno di assomigliare al mio per essere in grado di relazionarmici.[1]

Jodie Whittaker: "Il mio Doctor Who sarà qualcosa di diverso"

wired.it, 6 ottobre 2018.

[Su Doctor Who]

  • [«Interpreti il primo Dottore donna, cosa pensi della reazione perplessa di una parte di pubblico?»] Prima di tutto non interpreto un Dottore donna, sono una donna! E nemmeno si applica necessariamente la distinzione classica di genere tra uomo e donna: interpreto un alieno. Per cui di cosa stiamo parlando? Non ho mai capito perché un eroe debba avere forma maschile o femminile o di bambino, il dottore è una figura eroica e basta, è solo questo che conta. Quand'ero più giovane, le parti che mi interessavano spesso mi venivano precluse perché non ero del sesso o dell'aspetto giusti... questo mi ha sempre turbato molto [...]. In ogni caso, non vedo perché agitarsi, per lo meno io non vedo il problema. Il problema, per me, è un altro almeno: hai una vaga idea di quanto sia dura imparare i monologhi pazzeschi e lunghissimi enunciati dal Dottore? È davvero logorroico!
  • [«Quello del Dottore è il ruolo della vita: il pubblico ti identificherà per sempre con questo personaggio [...]»] Sì, so che sarò il Dottore per sempre, ma nel complesso questo ruolo costituisce una sfida bellissima. Probabilmente quando accetti un ingaggio di questo genere non è solo il ruolo della vita perché entrerai nell'immaginario di tutti come un'Incarnazione del Dottore, ma è anche il ruolo della vita perché mi dà l'occasione di entrare nelle case di fan affezionati da 55 anni.
  • Trovo liberatorio che ogni Dottore sia diverso e a sé stante: certo, è una creatura passionale, strana, mercuriale e intelligente, caratteristiche che ovviamente avrà sempre, ma ogni persona che lo incarna ne dà un'interpretazione diversa. [...] l'espediente narrativo della rigenerazione è ideale, non solo per agevolare il passaggio da un attore all'altro, ma anche per giustificare diverse peculiarità caratteriali e manierismi del personaggio.
  • [«Perché dopo mezzo secolo il Dottore è ancora così amato?»] L'ho capito il primo giorno sul set, quando ho sentito che ero io il Dottore. È stato meraviglioso, volevo trasparisse la gioia, l'eccitazione, l'energia e il senso della speranza del Dottore. Vede la bellezza delle cose, si stupisce ancora dei misteri dell'universo, e questo nonostante abbia vissuto migliaia di anni accumulando conoscenze. Si concede di continuare a imparare, stupirsi e non giudicare, e questo dopo tutto quello che ha passato, vissuto e visto. Il dottore non si pone regole, ed è così tante cose. Come si fa a non adorarlo?

Note[modifica]

  1. Da un'intervista a TheWrap; citato in Alessia Pelonzi, Doctor Who: Jodie Whittaker ritiene irrilevante l'identità di genere del personaggio, badtaste.it, 23 settembre 2018.

Filmografia[modifica]

Film[modifica]

Serie televisive[modifica]

Altri progetti[modifica]