Johann Hari

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Johann Hari (1979 – vivente), scrittore e giornalista britannico.

Il lato oscuro di Jack London

Originale pubblicato su Slate, 15 agosto 2010 con il titolo Jack London's Dark Side; traduzione di Enrico Sanna, pulgarias.wordpress.com, 27 dicembre 2013.

  • [Su Jack London] [...] Una delle figure più intriganti e bizzarre della storia americana, una figura ad un tempo eccitante e ripugnante. Durante i suoi quaranta anni di vita fu il figlio "bastardo" di una spiritualista con tendenze suicide che viveva in uno slum, un bambino lavoratore, un pirata, un barbone, un socialista rivoluzionario, un razzista vagheggiante il genocidio, un cercatore d'oro, un corrispondente di guerra, un milionario, un depresso con manie suicide, e per qualche tempo anche lo scrittore più popolare d'America.
  • Si iscrisse ad un'altra scuola, ma fu espulso per aver completato il curriculum di due anni in quattro mesi, lasciandosi dietro, in maniera imbarazzante, gli altri ragazzi ricchi. London si sentiva umiliato e arrabbiato. Subito dopo partì per l'Artico canadese, in cui si diceva che ci fosse l'oro. Vide i cercatori d'oro del suo gruppo morire annegati, di freddo e di scorbuto. A ventidue anni giurò che se fosse sopravvissuto sarebbe diventato uno scrittore, ad ogni costo.
  • A leggere oggi le sue opere si vede come il suo seme letterario si sia diffuso su tutto il secolo americano, è evidente nelle opere degli scrittori più importanti americani e di altri paesi. Ernest Hemingway e John Steinbeck attinsero alla sua crudezza, imitandola.

Altri progetti[modifica]