Johann Karl Rodbertus

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Johann Karl Rodbertus

Johann Karl Rodbertus (1805 – 1875), economista tedesco.

Citazioni su Johann Karl Rodbertus[modifica]

Otto Rühle[modifica]

  • L'economia di stato di Rodbertus va al di là di quella di Saint Simon, ma non supera per niente l'utopia di Robert Owen. Per la sua realizzazione Rodbertus mette in conto un periodo di almeno cinquecento anni.
    Per rendere più sopportabile la lunga attesa alla pazienza umana, Rodbertus offre una sorta di anticipo sull'ideale futuro nella forma di «moneta-lavoro», che dovrebbe permettere allo stato, con l'aumento della produttività del lavoro di aumentare il salario, in rapporto alla rendita fondiaria e al profitto del capitale. [...]. Come lo stato dovrebbe attuare nella prassi la teoria della moneta-lavoro, Rodbertus non l'ha detto. Una ragione di più per lasciare al bel cielo delle astrazioni e dei castelli in aria l'intera utopia dell'economia di stato, dove essa vive la sua esistenza non toccata dalla realtà.
  • Secondo Rodbertus le forze etiche dalle quali viene tenuta insieme la società sono educazione e formazione culturale. Educazione in uno stadio primitivo, formazione culturale a un grado di sviluppo più elevato. Istruzione intellettuale delle masse, godimento della libertà e della espansione dell'economia portano il sistema dell'educazione a quello della formazione culturale. Ma il dominio del capitale privato trattiene questo progresso nello stadio del sistema dell'educazione. Questa è la grande contraddizione che deve essere risolta. E viene risolta trasformando la proprietà fondiaria e quella capitalistica in «proprietà utile».
  • Rodbertus vede [...] nello stato l'organo che deve intervenire per attuare le riforme necessarie. Lo stato si impadronisce della direzione dell'economia, organizza la produzione secondo una quota di bisogni stabilita statisticamente, si occupa della distribuzione delle merci attraverso magazzini statali e dell'emissione di «tagliandi di lavoro», che subentrano al posto del denaro.

Altri progetti[modifica]