John Rackham

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

John Rackham, pseudonimo di John Thomas Phillifent (1916 – 1976), scrittore britannico.

Citazioni di John Rackham[modifica]

  • Voi parlate sempre degli Splendenti, che noi chiamiamo Vegani perché riteniamo che vengano da una stella da noi chiamata Vega. (da Pericolo da Vega, p. 64)

Incipit di alcune opere[modifica]

Pericolo da Vega[modifica]

Dopo dieci secondi l'allarme tacque. Ogni membro dell'equipaggio si scosse e rabbrividì, mentre la nave spaziale «Quest» passava dalla tenebrosa sicurezza dello spazio di Pauli al gelido pericolo dello spazio-tempo reale. Ci fu un attimo di vertigine, seguito dall'implosione; poi mancò il tempo di pensare, perché bisognava stare all'erta, con lo sguardo fisso, pronti a tutto.

Pianeta di disciplina[modifica]

Si drizzò sulle ginocchia nel fango caldo, la cui morsa umida gli premeva contro le gambe la plastica inerte della tuta, aumentando il senso di calore. All'interno della tuta, la temperatura superava di poco il livello di tollerabilità, e goccioline di sudore gli cadevano dalla fronte negli occhi. Il respiratore appeso alla schiena funzionava senza posa per mantenere costante quel livello, sebbene l'atmosfera esterna fosse prossima al punto di ebollizione. Vapore, più che aria. E quell'aria, poi, non era solo umida e bollente, era anche viva: un miscuglio ribollente di microrganismi sempre affamati. La superficie del pianeta era in continua ebollizione sotto la coltre, alta cento miglia, di vorace aria verdazzurra che brillava di luce propria, consentendo una visibilità di una decina di metri, anche se alterava un po' forme e colori. A Stephen Query tutto questo piaceva: ci si sentiva sempre a suo agio. Anche in quel momento.

Bibliografia[modifica]

  • John Rackham, Pericolo da Vega, traduzione di Maria Benedetta De Castiglione, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1967.
  • John Rackham, Pianeta di disciplina, traduzione di Beata Della Frattina, Mondadori, Milano, 1972.

Altri progetti[modifica]