John Wilkes Booth

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
John Wilkes Booth (a destra), mentre uccide Abraham Lincoln

John Wilkes Booth (1838 – 1865), attore teatrale e criminale statunitense.

  • Ho un anima troppo grande per morire come un criminale. Possa [Dio] risparmiarmelo e farmi morire con coraggio. (citato in AA.VV., Il libro del crimine, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 309. ISBN 9788858019412)
  • Sic semper tyrannis! (citato in AA.VV., Il libro del crimine, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 308. ISBN 9788858019412)[1]

Citazioni su John Wilkes Booth[modifica]

  • Ho la mia teoria sulla morte di Lincoln. Penso che John Wilkes Booth sia innocente. Non credo neanche che sia stato un omicidio. Credo invece che Abraham Lincoln abbia avuto una visione di ciò che il Partito Repubblicano sarebbe diventato in centocinquant'anni e si sia sparato. (Jimmy Kimmel)

Note[modifica]

  1. Altri testimoni sostengono che aggiunse "Ce l'ho fatta, il Sud è vendicato!": Gene Smith, American Gothic: the story of America's legendary theatrical family, Junius, Edwin, and John Wilkes Booth, New York, Simon & Schuster, 1992, p. 154, ISBN 0-671-76713-5, e Thomas Goodrich, The Darkest Dawn, Bloomington, Ind., Indiana University, 2005, p. 97, ISBN 0-253-32599-4

Altri progetti[modifica]