Joseph Freiherr von Eichendorff

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Joseph Freiherr von Eichendorff

Joseph Karl Benedikt Freiherr von Eichendorff (1788 – 1857), poeta, scrittore e drammaturgo tedesco.

Citazioni di Joseph Freiherr von Eichendorff[modifica]

  • Era come se il cielo, con grande ardire, | avesse baciato la terra, silenziosamente; | e lei, nello splendore del nuovo fiorire, | di lui stesse sognando dolcemente. | L'aria tra i campi soffiava, | le spighe erano ritte sentinelle, | il bosco ombroso sussurrava, | la notte era chiara di stelle. (da Notte di luna, in Nel buio splendeva la luna, a cura di Edmund Jacoby, EL, San Dorligo della Valle, 2001.[1])
  • Gode di Dio i prodigi, | fra boschi e fiumi e campi | solo colui che lieto, | pel vasto mondo va. (da Vita di un perdigiorno, traduzione di Lydia Magliano, Rizzoli, Milano, 1960.[2])
    • Chi il signore vuol favorire | Manda nel mondo libero e grande | Le sue meraviglie a scoprire | Per boschi e fiumi, per colli e lande. (da Storia di un fannullone, traduzione di Ugo Natoli, Einaudi, Torino, 1944.[3])

Incipit di Vita di un perdigiorno[modifica]

La ruota del mulino di mio padre aveva ripreso a girare e a rumoreggiare allegra, la neve sgocciolava senza posa dal tetto, i passeri cinguettavano e saltellavano tutt'intorno. Io, seduto sulla soglia, mi stropicciavo gli occhi assonnati. Come si stava bene al tepore del sole! Ma ecco d'un tratto che mio padre uscì di casa. Fin dall'alba aveva trafficato nel mulino. Col berretto da notte sulle ventitré mi apostrofò: «Fannullone! Eccoti di nuovo a stiracchiarti al sole e a sgranchirti fino a rovinarti le ossa, lasciando a me tutto il lavoro. Non ti posso più dar da mangiare a ufo! La primavera è alle porte. Va' un po' anche tu per il mondo a guadagnarti il pane». «Sta bene» ribattei. «Se io sono un fannullone, poco importa, me ne andrò per il mondo in cerca di fortuna»

[Joseph Freiherr von Eichendorff, Vita di un perdigiorno, traduzione di Lydia Magliano, Rizzoli, 1976.]

Note[modifica]

  1. Citato in Tiziano Franzi e Simonetta Damele, Stai per leggere..., 2 Generi, temi, laboratorio delle abilità, Loescher Editore, Torino, 2010, p. 556. ISBN 9788820119669.
  2. Citato in Demeter Michael Ikonomu, La traduzione nel mirino della fedeltà, in L'arguta intenzione. Studi in onore di Gabriella Micks, a cura di Andrea Mariani e Francesco Marroni, Liguori, Napoli, 2006, p. 362. ISBN 978-88-207-3984-4.
  3. Citato in Ikonomu, op. cit., p. 361.

Altri progetti[modifica]